L’Ucraina accelera la sua diplomazia tra combattimenti e interruzioni di corrente

  • Zelensky parla ai leader di Stati Uniti, Francia e Turchia
  • L’Ucraina sta lottando per ripristinare il potere a Odessa e in altre regioni
  • Il sostegno degli Stati Uniti per continuare “finché sarà necessario” – Yellen

KIEV (Reuters) – Il presidente ucraino Joe Biden ha detto domenica al suo omologo ucraino che gli Stati Uniti stanno dando la priorità agli sforzi per rafforzare le difese aeree dell’Ucraina, mentre il presidente Volodymyr Zelensky ha intensificato gli sforzi per garantire l’aiuto internazionale per l’invasione russa del decimo mese.

I pesanti combattimenti nell’est e nel sud del paese sono continuati senza sosta, mentre gli attacchi di droni e missili su infrastrutture energetiche chiave, in particolare nella città di Odessa sul Mar Nero, hanno tenuto molti ucraini al freddo e all’oscuro.

Non ci sono colloqui di pace e non si intravede la fine del conflitto più sanguinoso in Europa dalla seconda guerra mondiale, che Mosca definisce una “operazione militare speciale” e l’Ucraina ei suoi alleati un atto di aggressione non provocata.

“Lavoriamo costantemente con i partner”, ha detto Zelensky dopo i suoi colloqui con Biden e i leader di Francia e Turchia, aggiungendo che si aspetta alcuni “risultati importanti” la prossima settimana da una serie di eventi internazionali che affronteranno la situazione in Ucraina.

Lunedì, il cancelliere tedesco Olaf Scholz terrà un incontro online con i leader del G7 e i ministri degli Esteri dell’UE cercheranno di concordare ulteriori sanzioni contro Russia e Iran e ulteriori aiuti o spedizioni di armi all’Ucraina.

Mentre Zelensky ha avuto numerose conversazioni con Biden, il presidente francese Emmanuel Macron e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan dall’invasione delle forze russe alla fine di febbraio, l’accumulo di discussioni in un solo giorno non è un evento normale.

READ  Almeno cinque morti in un terremoto di magnitudo 6,1 al largo delle coste del Golfo dell'Iran

Zelensky ha detto di aver ringraziato Biden per l’assistenza “difensiva e finanziaria senza precedenti” fornita dagli Stati Uniti e ha parlato con il presidente degli Stati Uniti della necessità dell’Ucraina di efficaci sistemi di difesa antiaerea per proteggere la popolazione.

La Casa Bianca ha affermato che Biden “ha ribadito l’impegno degli Stati Uniti a continuare a fornire all’Ucraina sicurezza, assistenza economica e umanitaria, a ritenere la Russia responsabile dei suoi crimini di guerra e atrocità e a imporre costi alla Russia per la sua aggressione”.

Il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yellen ha detto alla CBS che il sostegno di Washington all’esercito e all’economia dell’Ucraina – più di 50 miliardi di dollari e oltre – continuerà “finché sarà necessario” e ha sottolineato che porre fine alla guerra è la cosa migliore per gli Stati Uniti. Può fare per l’economia globale.

La Turchia parla

In precedenza, Zelensky ha affermato di aver avuto una conversazione “molto significativa” con Macron su “difesa, energia, economia e diplomazia” che è durata più di un’ora e colloqui “molto specifici” con Erdogan sulla garanzia delle esportazioni di grano dell’Ucraina.

La Turchia, che ha mediato i colloqui di pace nei primi mesi della guerra, ha lavorato a fianco delle Nazioni Unite in un accordo sul grano e ha aperto i porti ucraini alle esportazioni a luglio dopo un blocco russo de facto di sei mesi.

L’ufficio di Erdogan ha detto che domenica il leader turco ha fatto una telefonata al presidente russo Vladimir Putin, chiedendo una rapida fine del conflitto.

Putin ha affermato la scorsa settimana che la quasi completa perdita di fiducia di Mosca nell’Occidente renderebbe più difficile il raggiungimento di un accordo definitivo sull’Ucraina e ha avvertito di una guerra prolungata.

READ  Biden scherza sul piano per visitare l'Africa, dice ai leader che potrebbe "mangiare tutto il tuo cibo"

Mosca non mostra segni di volontà di rispettare la sovranità dell’Ucraina e i confini prebellici, affermando che le quattro regioni che sostiene di aver annesso dall’Ucraina a settembre fanno parte della Russia “per sempre”. Il governo di Kiev ha escluso di cedere qualsiasi terra alla Russia in cambio della pace.

aspri combattimenti

Sul terreno in Ucraina, l’intera linea del fronte orientale è stata continuamente bombardata mentre scoppiavano pesanti combattimenti.

Lo stato maggiore delle forze armate ucraine ha dichiarato domenica sera in un aggiornamento che le forze russe hanno continuato i loro tentativi di sfondare le difese ucraine, addestrando carri armati e fuoco di artiglieria su 26 insediamenti vicino ad Avdiivka e Bakhmut.

Serhiy Gaidai, il governatore in esilio della regione di Luhansk occupata dai russi, ha detto alla televisione ucraina che le forze locali hanno attaccato un hotel nella città di Kadyevka dove erano di stanza membri del gruppo militare privato russo Wagner, uccidendone molti.

Le immagini pubblicate sui canali Telegram mostravano un edificio in gran parte ridotto in macerie.

“Hanno avuto un po ‘di pop laggiù, che è dove ha sede Wagner”, ha detto. “Un gran numero di quelli che erano lì sono morti”.

Reuters non ha potuto verificare queste accuse e non è stato possibile ottenere commenti dal Ministero della Difesa russo.

Mosca prende di mira anche le infrastrutture energetiche dell’Ucraina con ondate di missili e droni, a volte tagliando l’elettricità a milioni di civili in inverno, quando le temperature spesso scendono sotto zero gradi Celsius.

Sabato le forze russe hanno usato droni di fabbricazione iraniana per colpire due centrali elettriche nel porto di Odessa sul Mar Nero, togliendo energia a 1,5 milioni di persone, quasi tutte le infrastrutture non vitali dentro e intorno al porto.

READ  Ucraina e Russia firmano un accordo per riaprire i porti del grano, afferma la Turchia

Zelensky ha affermato che altre regioni con condizioni di approvvigionamento energetico “molto difficili” includono la capitale Kiev, la regione di Kiev, quattro regioni dell’Ucraina occidentale e la regione di Dnipropetrovsk nel centro del paese.

(Segnalazione di Nick Starkov a Kiev). Reportage aggiuntivo di Ronald Popeskey a Winnipeg, Canada; Scritto da Lydia Kelly e Lincoln Feast; Montaggio di Grant McCall e Simon Cameron-Moore

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.