L’Ucraina afferma che la nave russa che trasportava grano ucraino è stata sequestrata dalla Turchia

KARASU/Kiev (Reuters) – L’ambasciatore dell’Ucraina in Turchia ha dichiarato domenica che le autorità doganali turche hanno sequestrato una nave mercantile russa che trasportava grano che l’Ucraina sostiene sia stata rubata.

L’Ucraina aveva precedentemente chiesto alla Turchia di sequestrare la nave mercantile battente bandiera russa Zhebek Zuli, secondo un funzionario e documenti visti da Reuters. Leggi di più

I giornalisti di Reuters hanno visto la Zebek Zuli attraccata a circa un chilometro dalla costa e fuori dal porto di Karasu domenica senza alcun segno visibile di movimento a bordo o vicino ad altre navi nelle vicinanze.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“Abbiamo piena cooperazione. La nave è attualmente all’ingresso del porto ed è stata fermata dalle autorità doganali turche”, ha detto l’ambasciatore Vasyl Bodnar alla televisione nazionale ucraina.

Bodnar ha detto che il destino della nave sarebbe stato determinato da una riunione degli investigatori lunedì e che l’Ucraina sperava di cogliere il grano.

L’Ucraina ha accusato la Russia di aver rubato grano dalle terre che le forze russe avevano controllato dall’inizio dell’invasione di Mosca alla fine di febbraio. Il Cremlino ha precedentemente negato che la Russia abbia rubato grano ucraino.

Un funzionario del ministero degli Esteri ucraino, citando informazioni dell’amministrazione marittima ucraina, ha dichiarato venerdì a Reuters che 7.146 tonnellate di peso corporeo Zebek Zuli hanno trasportato il primo carico di circa 4.500 tonnellate di grano ucraino da Berdyansk, un porto occupato dalla Russia nell’Ucraina meridionale.

Non è stato possibile raggiungere l’autorità portuale di Sakarya nella regione per un commento. Il ministero degli Esteri turco non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Rapporti aggiuntivi di Max Hunder a Kiev, Mehmet Kalikan e Omer Berberoglu a Karasu, Arza Ceylan a Istanbul; Montaggio di Toby Chopra e Edmund Blair

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.