L’Ucraina invita il mondo a “mostrare forza” dopo il bombardamento vicino alla centrale nucleare

  • Zelensky chiede nuove sanzioni al settore nucleare russo
  • Russia e Ucraina hanno accusato il commercio dell’attentato vicino alla fabbrica
  • L’Agenzia internazionale per l’energia atomica ha avvertito di una catastrofe nell’impianto a meno che i combattimenti non si fermino

Kiev (Reuters) – L’Ucraina ha chiesto nuove sanzioni contro la Russia e ha evidenziato i rischi e le conseguenze di un disastro nella più grande centrale nucleare d’Europa, poiché il nuovo bombardamento nelle vicinanze ha innescato un gioco di colpe tra le due parti.

Funzionari ucraini e russi si incolpano a vicenda per gli attacchi vicino alla centrale nucleare di Zaporizhia, nel sud dell’Ucraina.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha avvertito i soldati russi che se avessero attaccato l’avamposto nella città di Enerhodar, ora controllata dai russi, o lo avessero usato come base per sparare, sarebbero diventati un “bersaglio speciale”.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“Se si verifica una catastrofe a causa delle azioni della Russia, le conseguenze potrebbero danneggiare coloro che rimangono in silenzio in questo momento”, ha detto in un discorso nella tarda notte di lunedì, chiedendo nuove sanzioni al settore nucleare russo.

“Se il mondo non mostra ora la forza e la risolutezza per difendere una singola centrale nucleare, allora il mondo ha perso”.

L’Agenzia internazionale per l’energia atomica ha avvertito di una catastrofe se i combattimenti non si fossero fermati.

Circa 25 colpi di artiglieria pesante da obici M777 di fabbricazione statunitense sono atterrati vicino alla centrale nucleare e alle aree residenziali durante un periodo di due ore, ha detto lunedì Vladimir Rogov, funzionario russo dell’Enerodar.

READ  I cani piangono lacrime di gioia quando si riuniscono ai loro padroni: uno studio

L’agenzia di stampa russa Interfax, citando il servizio stampa dell’amministrazione nominata dalla Russia a Enerhodar, ha affermato che le forze ucraine hanno aperto il fuoco, con esplosioni vicino alla centrale elettrica.

Ma secondo il capo dell’amministrazione della regione di Nikopol, che si trova dall’altra parte del fiume Enerhodar ed è ancora sotto il controllo ucraino, sono state le forze russe a bombardare la città nel tentativo di dimostrare che l’Ucraina la stava attaccando.

“I russi credono di poter costringere il mondo a conformarsi alle loro condizioni bombardando la centrale nucleare di Zaporizhzhya”, ha scritto su Twitter Andrei Yermak, capo dello staff presidenziale ucraino.

Le forze russe hanno continuato a bombardare paesi e città – Velika Kostryomka nel sud e Maranits – di fronte alla centrale nucleare di Zaporizhia, secondo un rapporto di Facebook del distretto meridionale delle forze armate ucraine.

Ha aggiunto che le forze ucraine hanno ucciso 23 soldati russi e distrutto due posizioni rinforzate.

La Reuters non è stata immediatamente in grado di verificare i rapporti sul campo di battaglia.

Le Nazioni Unite affermano di avere la capacità logistica e di sicurezza per sostenere una visita dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica se Russia e Ucraina saranno d’accordo. Leggi di più

Lunedì, il ministero ha affermato che il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu ha avuto una telefonata con Guterres per discutere le condizioni per il funzionamento sicuro dell’impianto.

“In stretta collaborazione con l’agenzia e la sua leadership, faremo ogni sforzo affinché gli specialisti dell’AIEA siano presenti alla stazione e forniscano una valutazione onesta delle azioni distruttive della parte ucraina”, ha affermato la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

READ  Notizie Ron Diantes - Ultime: Svelati i finanziamenti per i viaggi di migranti

Ma Igor Vishnevitsky, vice capo del Dipartimento per la proliferazione nucleare e il controllo degli armamenti del Ministero degli Affari Esteri, è stato successivamente citato per aver affermato che sarebbe stato troppo pericoloso per qualsiasi missione dell’AIEA viaggiare attraverso la capitale, Kiev, per ispezionare l’impianto. Leggi di più

“Immagina cosa significa passare attraverso Kiev – significa che raggiungeranno la centrale nucleare attraverso la prima linea”, ha citato Vishnevitsky dall’agenzia di stampa RIA.

L’Ucraina, dove lunedì il parlamento ha esteso la legge marziale per altri tre mesi, ha affermato da settimane che stava pianificando una controffensiva per riprendere Zaporizhzhya e la vicina provincia di Kherson, la parte più grande e ancora occupata del territorio catturato dalla Russia dopo l’invasione del 24 febbraio.

La pena di morte

Il conflitto, che ha causato la fuga di milioni di persone e la morte di migliaia di persone, ha messo a dura prova le relazioni tra Mosca e l’Occidente.

Secondo i media russi, un tribunale separatista sostenuto dalla Russia a Donetsk, nell’Ucraina orientale, ha accusato cinque stranieri che sarebbero stati arrestati mentre combattevano con le forze ucraine come mercenari. Tre degli uomini rischiano la pena di morte. Leggi di più

La Russia ha dichiarato lunedì che un aereo da ricognizione britannico ha violato il suo confine aereo nella penisola della Finlandia orientale tra il Mare di Barents e il Mar Bianco e un aereo da combattimento ha costretto gli aerei britannici a lasciare lo spazio aereo russo.

Il ministero della Difesa britannico non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

La Russia descrive la sua invasione dell’Ucraina come una “operazione militare speciale” per disarmare il suo vicino e proteggere le comunità di lingua russa. L’Ucraina ei suoi sostenitori occidentali accusano Mosca di condurre una guerra di conquista in stile imperiale.

READ  Buckingham Palace pone fine al rapporto sul bullismo di Meghan, ma non dice cosa c'è dentro

L’esercito ucraino ha riferito lunedì sera che le forze russe stavano lanciando bombardamenti su una varietà di posizioni in prima linea a est ea sud.

Anche se il più grande attacco a un paese europeo dal 1945 continua, ci sono stati progressi su un accordo sui cereali per alleviare la crisi alimentare globale innescata dal conflitto, la svolta diplomatica più significativa dall’inizio della guerra.

Il Joint Coordination Center, istituito da Nazioni Unite, Russia, Ucraina e Turchia, ha dichiarato di aver approvato la partenza del coraggioso leader, il primo carico di aiuti alimentari umanitari destinati all’Africa dall’Ucraina dall’invasione. La sua partenza è prevista martedì.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Reporting da parte degli uffici Reuters. Scritto da Costas Pettas e Lycoln Fest; Montaggio di Rosalba O’Brien, Stephen Coates e Simon Cameron More

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.