L’Ucraina ottiene veicoli corazzati americani e tedeschi e rifiuta gli ordini di armistizio russi

  • L’Ucraina descrive l’ordine di Putin della tregua natalizia ortodossa come una bufala
  • L’inviato russo alle Nazioni Unite afferma che l’Ucraina non viene rispettata
  • Kiev acquisisce i veicoli da combattimento americani Bradley e tedeschi Marder

KYIV/Bakhmut, Ucraina (Reuters) – L’Ucraina ha respinto un ordine unilaterale della Russia per un cessate il fuoco di 36 ore a partire da venerdì e i leader di Stati Uniti e Germania hanno dichiarato che avrebbero inviato immediatamente veicoli corazzati da combattimento. al governo di Kiev.

Funzionari statunitensi hanno affermato che il pacchetto di armi statunitensi, che sarà annunciato venerdì, dovrebbe includere circa 50 veicoli da combattimento Bradley come parte dell’assistenza alla sicurezza per un totale di circa 2,8 miliardi di dollari.

“In questo momento, la guerra in Ucraina è a un punto critico”, ha detto ai giornalisti il ​​presidente degli Stati Uniti Joe Biden. Dobbiamo fare tutto il possibile per aiutare gli ucraini a resistere all’aggressione russa”.

La Germania fornirà veicoli da combattimento della fanteria Marder, secondo una dichiarazione congiunta giovedì di Biden e del cancelliere Olaf Scholz.

Ha aggiunto che i due paesi hanno concordato di addestrare i soldati ucraini su come usarli. La Germania fornirebbe anche una batteria di difesa aerea Patriot all’Ucraina, che ha avuto alcuni successi sul campo di battaglia da quando le forze russe hanno invaso lo scorso febbraio, ma ha chiesto agli alleati armi più pesanti.

Suggestione di verità

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha respinto l’ordine russo di tregua in occasione del Natale ortodosso russo che inizierà a mezzogiorno di venerdì e terminerà a mezzanotte di sabato. Ha detto che fermare l’avanzata delle forze ucraine nella regione orientale del Donbass e portare più forze russe è stato uno stratagemma.

READ  Il re Carlo III prevedeva di sostituire la regina Elisabetta su banconote e monete in un processo di due anni

“Ora vogliono usare il Natale come copertura, anche se solo per un breve periodo, per fermare l’avanzata dei nostri ragazzi nel Donbass e portare equipaggiamento, munizioni e forze ammassate vicino alle nostre posizioni”, ha detto Zelensky nel suo discorso video di giovedì sera. .

“Cosa darebbe loro? Solo un altro aumento delle loro perdite totali.”

Biden ha osservato che l’offerta di cessate il fuoco di Putin era un segno di disperazione. “Penso che stia cercando di trovare un po’ di ossigeno”, ha detto ai giornalisti alla Casa Bianca.

L’ambasciatore russo a Washington, Anatoly Antonov, ha risposto su Facebook dicendo: “Washington è determinata a combattere con noi ‘fino all’ultimo ucraino'”.

Sulla decisione di inviare Bradley, ha esortato Washington a considerare “le possibili conseguenze di un corso così pericoloso”.

La Chiesa ortodossa russa celebra il Natale il 7 gennaio. La principale Chiesa ortodossa ucraina si è riconosciuta indipendente dal 2019 e rifiuta ogni nozione di lealtà al Patriarca di Mosca. Molti credenti ucraini hanno cambiato il loro calendario per celebrare il Natale il 25 dicembre come avviene in Occidente.

Zelensky, parlando chiaramente in russo piuttosto che in ucraino, ha detto che porre fine alla guerra significava “la fine dell’aggressione del tuo paese … e la guerra finirà quando i tuoi soldati se ne andranno o li espelleremo”.

Dmitry Polyansky, capo della missione permanente della Russia presso le Nazioni Unite, ha scritto su Twitter che la reazione dell’Ucraina è stata “un altro promemoria di chi stiamo combattendo in #Ucraina: spietati criminali nazionalisti… che non rispettano le cose sacre”.

Non c’è pace

Giovedì, in una telefonata con Zelensky, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha dichiarato che il suo governo è pronto ad assumersi compiti di mediazione e moderazione per garantire una pace duratura tra Russia e Ucraina.

READ  La capitale filippina si prepara alla tempesta di Nalga, il bilancio delle vittime ridotto a 45

Il Cremlino ha detto che Putin ha detto separatamente a Erdogan giovedì che la Russia è aperta al dialogo sull’Ucraina, ma che Kiev dovrebbe accettare di perdere il territorio rivendicato dalla Russia.

Parlando a un evento a Lisbona, il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha affermato di ritenere che le parti in conflitto siano “lontane dal momento in cui possono aver luogo seri negoziati di pace”.

La guerra, che Putin ha descritto come una “operazione militare speciale” per proteggere la sicurezza del suo paese, ha provocato milioni di sfollati, ucciso migliaia di civili e lasciato in rovina città, paesi e villaggi ucraini.

In un aggiornamento di giovedì, l’ufficio del procuratore generale ucraino ha dichiarato che almeno 452 bambini sono stati uccisi e 877 feriti nel conflitto.

Nella capitale Kiev e nella città orientale di Kramatorsk, le persone che cercavano di vivere la loro vita quotidiana durante la guerra hanno respinto l’appello di Putin per un cessate il fuoco.

“Guarda, abbiamo avuto un Natale cattolico e i combattimenti sono continuati”, ha detto Valery, 30 anni, a Kramatorsk, aggiungendo che la sua città ha avuto tre o quattro vittime solo a Capodanno.

“I combattimenti non si fermano mai, né nei giorni festivi né nei fine settimana. Ti fidi di lui? No.”

A Kiev, Natalya Shkolka, 52 anni, ha dichiarato: “Abbiamo avuto un simile bombardamento a Capodanno. Penso che sia solo ipocrisia da parte di Putin”.

I combattimenti più feroci continuano nell’Ucraina orientale, con i peggiori vicino alla città orientale di Bakhmut.

L’Ucraina afferma che la Russia ha perso migliaia di soldati nonostante detenga un territorio limitato in mesi di futili attacchi a Bakhmut.

READ  I membri della famiglia reale arrivano al castello di Balmoral con la morte della regina Elisabetta II

Più vicino al fronte, Reuters ha visto esplosioni di proiettili di artiglieria e fumo che riempiva il cielo.

“Ci stiamo fermando. I ragazzi stanno cercando di frenare la difesa”, ha detto Victor, un soldato ucraino di 39 anni che guidava un veicolo blindato da Soledar, una città mineraria alla periferia nord-est di Bakhmut.

Un funzionario della Casa Bianca ha affermato che gli Stati Uniti sono dell’opinione che Yevgeny Prigozhin, alleato di Putin e fondatore di un potente gruppo di mercenari, voglia prendere il controllo del sale e del gesso delle miniere vicino a Bakhmut.

Segnalazione da Reuters buruax; Scritto da Grant McCall e Stephen Coates; Montaggio di Cynthia Osterman e Michael Berry

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.