McConnell rieletto leader del GOP al Senato: “Non andrà da nessuna parte”

WASHINGTON (AP) – Il presidente della campagna GOP del Senato Florida Sen. Il senatore Mitch McConnell è stato rieletto come leader repubblicano mercoledì, respingendo una sfida di Rick Scott. Ha tenuto il controllo del Senato con i Democratici.

McConnell, originario del Kentucky, ha respinto facilmente la sfida di Scott nel suo primo tentativo di spodestarlo da anni come leader del GOP. I senatori hanno detto che il voto è stato 37-10, con un altro senatore che si è astenuto. Quando il nuovo Congresso si riunirà l’anno prossimo, McConnell è pronto a diventare il leader più longevo del Senato.

“Non vado da nessuna parte”, ha detto McConnell dopo la riunione a porte chiuse di quasi quattro ore. Ha detto di essere “molto orgoglioso” del risultato, ma ha riconosciuto il lavoro da fare. “Penso che tutti nella nostra conferenza siano d’accordo sul fatto che vogliamo fare del nostro meglio”.

Durante un pranzo di senatori del GOP martedì, Scott e McConnell si sono scambiati battute su ciò che i colleghi chiamavano “genuino” e “vivace”. Mercoledì 10 senatori repubblicani si sono uniti alla ribellione contro McConnell e hanno votato per Scott, tra le figure più conservatrici e allineate con l’ex presidente Donald Trump.

“Perché penso che abbia vinto?” Gli avversari di McConnell includono il Sen. Il rappresentante Josh Hawley, R-Mo., ha detto. “Perché la conferenza non vuole cambiare rotta.”

I disordini al Senato GOP sono simili ai disordini tra i repubblicani alla Camera dopo le elezioni di medio termine, che hanno lasciato il partito diviso sulla presa di Trump sul partito. Il leader della Camera GOP Kevin McCarthy ha vinto la nomination Mercoledì i repubblicani hanno conquistato la maggioranza della Camera per competere per il posto di presidente della Camera dai loro coetanei. Ma deve affrontare la feroce opposizione di un nucleo centrale di repubblicani di destra che diffidano della sua leadership.

READ  I futures su azioni salgono mentre Wall Street registra una serie di sconfitte da 3 settimane

Scott ha dichiarato in una dichiarazione: “Anche se i risultati delle elezioni di oggi non erano quelli che ci aspettavamo, questo è ben lungi dall’essere la fine della nostra lotta per i posti di lavoro a Washington”.

Con la vecchia camera del Senato del Campidoglio che si è ritirata per un voto privato, i senatori hanno prima considerato e poi respinto una risoluzione dell’alleato di Scott, il senatore repubblicano Ted Cruz del Texas, che ha ritardato il voto della leadership fino a dopo il ballottaggio del 6 dicembre in Georgia. Il repubblicano Herschel Walker e l’attuale senatore democratico. Deciderà la composizione definitiva del Senato tra Raphael Warnock.

Cruz ha detto che è stata una “discussione dolce, ma seria” su come i repubblicani in minoranza possano essere più efficaci.

In tutto, hanno votato 48 senatori nuovi e di ritorno del GOP. Senatore uscente del Nebraska. Ben Sasse ha mancato il voto per restare a casa dopo che il suo ufficio ha detto che sua moglie si stava riprendendo da un attacco non minaccioso.

I senatori hanno anche assunto altre posizioni di leadership nel GOP. Le prime posizioni di McConnell sono rimaste stabili, il Sen. John Thune, RSD, GOP Whip, Sen. John Barrasso, R-Wyo., Era il numero 3 come presidente della convenzione del GOP. Senato repubblicano del Montana. Steve Daines è stato eletto per rilevare la campagna da Scott.

La sfida di Scott, spinta da Trump ad affrontare McConnell, ha intensificato una faida di lunga data tra Scott, che quest’anno ha guidato il braccio della campagna repubblicana al Senato, e McConnell sull’approccio del partito per riconquistare la maggioranza al Senato.

READ  40 La migliore antiparassitario per cani 2019 del 2022 - Non acquistare una antiparassitario per cani 2019 finché non leggi QUESTO!

I conservatori alla Camera si sono scagliati contro la gestione delle elezioni da parte di McConnell e la sua presa ferrea sul caucus repubblicano del Senato.

Trump ha spinto il partito a estromettere McConnell da quando il leader del Senato ha pronunciato un aspro discorso incolpando l’allora presidente Trump per la rivolta del 6 gennaio al Campidoglio degli Stati Uniti.

McConnell ha respinto con forza, incolpando i problemi del Partito Repubblicano su quella che ha definito “la qualità del candidato”.

McConnell ha affermato che i repubblicani hanno presentato il tipo di candidati che “spaventano” gli elettori liberali e moderati.

McConnell ha affermato all’inizio di questa settimana che quegli elettori “non stavano affrontando i problemi in modo responsabile e stavamo trascorrendo troppo tempo in negatività, attacchi e confusione”. “Erano spaventati.”

Senatore del Wisconsin. Ron Johnson, che insieme a Cruz ha guidato gli sforzi per rinviare le elezioni, alleato dello Utah, Sen. Mike ha parlato brevemente mercoledì, così come Lee, secondo persone che hanno familiarità con l’incontro privato. “La domanda che ho posto a entrambi i candidati alla presidenza è: ‘Su quali questioni siamo disposti a combattere'”, ha detto Cruz.

I repubblicani sono scesi a compromessi di più con i democratici nell’ultimo Congresso – redigendo progetti di legge che si riteneva che il presidente Joe Biden avesse vinto e democratici che partecipavano alle elezioni del 2022 – uno dei tanti motivi elencati da Scott.

La faida tra Scott e McConnell si trascinò per mesi e raggiunse un punto di ebollizione, poiché i risultati delle elezioni smentivano che non ci sarebbe stata alcuna ondata al Senato repubblicano, come aveva previsto Scott, secondo alti strateghi repubblicani, che non erano autorizzati a discutere questioni interne da nome e ha insistito. A condizione di anonimato.

READ  La Russia ha attaccato la regione di Kiev per la prima volta in poche settimane

La lotta è iniziata poco dopo che Scott ha assunto il comitato del partito dopo le elezioni del 2020. Molti nel partito lo hanno visto come un tentativo di costruire il suo profilo politico nazionale e la sua rete di donatori prima della sua candidatura per le elezioni presidenziali del 2024. Alcuni erano irritati dal materiale promozionale del gruppo, che si concentrava troppo sulla biografia di Scott. Candidati alle elezioni.

All’inizio di quest’anno Scott ha pubblicato un piano in 11 punti che richiedeva un modesto aumento delle tasse su molti americani a basso salario, aprendo la porta a tagli alla previdenza sociale e all’assistenza sanitaria, che McConnell ha rapidamente rifiutato. consegnare la propria agenda.

Secondo un alto consigliere repubblicano, la fiducia nella leadership di Scott e le scarse finanze del comitato hanno portato a un debito di 20 milioni di dollari.

I democratici hanno rinviato le loro elezioni interne fino al Ringraziamento.

___

Segui la copertura di AP delle elezioni di medio termine del 2022 su https://apnews.com/hub/2022-midterm-elections. Vedi https://apnews.com/hub/explaining-the-elections per ulteriori informazioni sulle questioni e sui fattori in gioco nelle elezioni suppletive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.