Mykolaev: magnate del grano ucraino ucciso nei bombardamenti mentre Putin minaccia una risposta “fulminea” all’intervento

Il magnate del grano Oleksiy Vadatorsky e sua moglie Raisa sono stati uccisi nell’attacco, secondo una dichiarazione del presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Vadaturskyy è stato il fondatore di Nibulon con sede a Mykolaiv, una delle più grandi società di produzione ed esportazione di grano in Ucraina.

Zelensky ha affermato che la morte dell’uomo d’affari è stata “una grande perdita per Mykolaiv … e per l’intera Ucraina”. “Per più di 50 anni della sua carriera, Oleksiy Vadaturskyy ha dato un contributo inestimabile allo sviluppo della regione e allo sviluppo dell’agroindustria e della cantieristica navale del nostro paese”.

Il sindaco di Mykolaiv, Oleksandr Senkevich, ha affermato che le munizioni a grappolo hanno fatto esplodere le finestre e distrutto i balconi. “Mykolaiv è stata oggetto di un bombardamento di massa oggi. Forse il bombardamento più potente mai realizzato”, ha detto in una nota.

La squadra della CNN a terra ha sentito le esplosioni dei raid e ha visto gli incendi scoppiati durante i bombardamenti. I residenti intervistati dalla CNN hanno affermato che questo è stato il bombardamento più pesante della città dall’inizio della guerra.

In un discorso in occasione della Giornata della Marina russa a San Pietroburgo, Putin non ha menzionato la guerra russa in Ucraina, ma ha affermato che “l’attuale situazione del suo Paese richiede misure molto decisive”.

“Forniremo protezione risolutamente con tutti i mezzi. La chiave qui sono le capacità della marina, che è in grado di rispondere alla velocità della luce a chiunque decida di violare la nostra sovranità e libertà”, ha affermato Putin.

Putin ha detto di consegnare il paese Missile da crociera ipersonico Zircon I sistemi inizieranno nei prossimi mesi. La Russia ha dichiarato a maggio di aver testato con successo un missile Zircon a una distanza di 1.000 km (621 miglia).

vero eroe

Vadaturskyy e sua moglie si stavano rifugiando nel seminterrato della casa quando sono stati uccisi in un colpo diretto che ha ridotto in macerie parti della loro villa. Non è chiaro se i russi lo abbiano preso di mira deliberatamente.

READ  Video di uno yacht di lusso che affonda al largo delle coste italiane

Una dichiarazione della compagnia di Vdatorsky, Nipolon, ha affermato che era un “vero e eroe patriottico” che risiedeva a Mykolaiv per assistere il porto strategicamente importante durante l’invasione russa.

“Ha sempre creduto nell’Ucraina e ha diretto i suoi sforzi verso il suo sviluppo e prosperità”, si legge nella nota.

I vicini hanno espresso shock e rabbia per l’attacco.

“Non sappiamo cosa fare. Odiamo la Russia”, ha detto Maxim, che vive nella zona da quasi 20 anni. “È incredibile che in un momento tu possa distruggere tutto.”

Il magnate del grano Oleksiy Vadatorsky e sua moglie Raisa sono stati uccisi domenica in un attacco russo alla città di Mykolaiv.

Accuse di crimini di guerra

Separatamente, almeno tre persone sono state uccise e otto ferite nei combattimenti nell’Ucraina orientale, secondo l’amministrazione militare e civile di Donetsk, che ha affermato che i villaggi della regione sono stati presi di mira da artiglieria, razzi Grad russi e missili Uragan.

L’amministrazione ha affermato che “11 edifici residenziali privati, un grattacielo, una stazione di polizia, un mercato e una mensa sono stati distrutti e tre campi sono stati bruciati”.

Lo stato maggiore dell’Ucraina ha affermato che le forze russe stanno attaccando le linee del fronte nelle regioni di Donetsk e Luhansk.

Un pompiere risponde a un attentato a Mykolaiv, in Ucraina, domenica 31 luglio.
Sabato, Zelensky ha invitato il resto dei residenti della zona regione di Donetsk Evacuazione urgente in quella che ha definito una “decisione del governo”.

“Tutto viene organizzato. Pieno supporto e piena assistenza – logistica e pagamenti”, ha detto nel suo discorso notturno. “Abbiamo solo bisogno di una decisione delle persone stesse, che non l’hanno ancora presa da sole”.

sciopero carcerario Nell’Ucraina orientale controllata dai separatisti venerdì sono stati uccisi almeno 40 prigionieri. La prigione di Olinivka vicino a Donetsk è stata utilizzata per ospitare diversi soldati ucraini che si sono arresi allo stabilimento Azovstal di Mariupol diversi mesi fa.
La Russia sta reclutando migliaia di volontari per rinnovare i suoi ranghi in Ucraina.  Non sempre è richiesta esperienza pregressa

L’ambasciatore del Regno Unito in Ucraina, Melinda Simmons, ha affermato che lo sciopero faceva parte di un modello di “peggior tipo di violazione dei diritti umani” su Twitter sabato. “Olinevka deve essere indagata. Sembra far parte di un modello sempre più preoccupante dei peggiori tipi di violazioni dei diritti umani e possibili crimini di guerra commessi impunemente nell’Ucraina orientale occupata”, ha affermato l’ambasciatore in un tweet.

READ  AGGIORNAMENTI IN DIRETTA: Liz Truss si dimette da Primo Ministro del Regno Unito

Zelensky ha affermato che l’attacco è stato un “crimine di guerra deliberato dei russi”.

L’intelligence ucraina ha affermato che gli attacchi sono stati effettuati dal gruppo mercenario russo Wagner e non sono stati coordinati con il ministero della Difesa russo. La CNN non può verificare in modo indipendente le accuse mosse dall’intelligence militare ucraina.

La Russia ha incolpato l’Ucraina per l’attacco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.