NFLPA licenzia il dottore nel caso di Dua Tagovailoa, cambiamenti etici in arrivo

La NFL Players Association ha esercitato il diritto di rimuovere il neurologo indipendente coinvolto nella decisione di riportare il quarterback dei Miami Dolphins Tua Tagoailoa a una partita domenica scorsa dopo una valutazione di un trauma cranico.

La decisione della NFLPA arriva quando il sindacato e la NFL hanno annunciato sabato di aver accettato di modificare i protocolli di commozione cerebrale per eliminare un’eccezione che ha permesso a Tagowailoa di rientrare nella partita di domenica scorsa dopo essere inciampato in piedi dopo il colpo.

Dissero Lega e Unione In una dichiarazione congiunta “Sono d’accordo sul fatto che sono necessari cambiamenti nel protocollo di commozione cerebrale per migliorare la sicurezza dei giocatori”. “Hanno già iniziato una conversazione sull’uso del termine” instabilità motoria lorda “e ci aspettiamo modifiche al protocollo nei prossimi giorni sulla base di ciò che è stato appreso finora nel processo di revisione”.

La NFLPA ha rifiutato di commentare sabato prima la sua decisione riguardo al medico indipendente Indagine congiunta con la NFL Sulla questione se i protocolli di commozione cerebrale siano stati seguiti correttamente nel caso. Lo hanno detto venerdì funzionari sindacali Focalizzato sui giudizi clinici Piuttosto che il processo generale e se il protocollo è stato seguito come scritto, la questione viene sviluppata.

La lega e il sindacato supervisionano congiuntamente il protocollo ed entrambe le parti possono decidere la partecipazione di qualsiasi medico indipendente – noto come consulente per neurotraumi non affiliati o UNC – coinvolto nel processo di valutazione della commozione cerebrale per i giocatori.

La NFL e la NFLBA hanno affermato nella loro dichiarazione congiunta che la loro indagine è “in corso” e che non hanno raggiunto “alcuna conclusione in merito a errori medici o violazioni etiche”. “Condividiamo un forte apprezzamento per i consulenti neurotrauma non affiliati che contribuiscono con il loro tempo e le loro competenze al nostro sport esclusivamente per migliorare la sicurezza dei giocatori”, hanno affermato.

READ  TSMC taglia le previsioni di spesa in conto capitale a causa di venti contrari ai chip

Di fronte alle critiche, i Dolphins e la NFL stanno difendendo la loro decisione su Dua Tagovailoa

Tagoailoa rimane nel protocollo di commozione cerebrale della NFL dopo aver subito un infortunio alla testa durante la partita di giovedì sera a Cincinnati. Ha colpito la parte posteriore della testa a terra nel primo tempo di sacco. Tagovailoa era lì Preso dal campo in barella ed è stato portato in ospedale in ambulanza. Secondo i Dolphins, gli è stata diagnosticata una commozione cerebrale. Tagovailoa è stato rilasciato quella notte dall’Università di Cincinnati Medical Center ed è tornato a Miami con la squadra. Venerdì è stato sottoposto a ulteriori esami.

Ha giocato nella partita di giovedì quattro giorni dopo essere stato autorizzato dal medico della squadra e dall’UNC, secondo il protocollo, per tornare per la partita di domenica contro i Buffalo Bills ai Miami Gardens, in Florida. .

È in corso un’indagine congiunta e i medici coinvolti sono stati interrogati, ha detto una persona a conoscenza del caso. Secondo la persona, la NFLPA ritiene che ci siano stati errori di giudizio.

NFL, NFLPA per verificare se i protocolli di commozione cerebrale sono stati seguiti con Tua Tagovailoa

“Fino a quando non avremo un metodo oggettivo e convalidato per diagnosticare le lesioni cerebrali, dovrebbe essere fatto tutto il possibile, inclusa la revisione dei protocolli, per ridurre ulteriormente il potenziale di errore umano”, ha affermato JC Tretter, ex presidente della NFLPA del Cleveland Browns Center. In un comunicato di venerdì. “Un fallimento del giudizio medico è un fallimento dell’etica quando si tratta del benessere dei nostri soldati”.

L’allenatore dei Miami Dolphins Mike McDaniel ha detto che la commozione cerebrale del quarterback Tua Tagovailoa dopo una partita del 29 settembre contro i Bengals è stato “un momento spaventoso”. (Video: Miami Dolphins)

Tagovailoa ha lasciato la partita di domenica nel primo tempo dopo essere stato spinto a terra dal linebacker dei Bills Matt Milano. Tagovailoa si alzò in piedi dopo lo spettacolo, ma armeggiò. Ha lasciato lo stadio con il personale medico. Ma Tagovailoa ha vinto ed è tornato ad avviare il secondo tempo. Lui e l’allenatore dei Dolphins Mike McDaniel hanno detto che Tagovailoa ha subito un infortunio alla schiena, non alla testa.

READ  40 La migliore dashcam moto del 2022 - Non acquistare una dashcam moto finché non leggi QUESTO!

I protocolli delineano un processo passo dopo passo per valutare un giocatore con un sospetto trauma cranico. Un giocatore può tornare a una partita se autorizzato sia dal medico della squadra che dall’UNC dopo più test. Il protocollo afferma che un giocatore non dovrebbe tornare a una partita se mostra “instabilità motoria grossolana”. [the] Il medico dell’équipe dovrebbe consultare l’UNC e dovrebbe intervenire neurologicamente.

Tretter ha dichiarato nella sua dichiarazione venerdì: “Tutti hanno guardato domenica [Thursday] I sintomi “no-go” notturni rientravano nel nostro protocollo di commozione cerebrale. … Dobbiamo scoprire come e perché domenica scorsa è stata presa la decisione di consentire a un giocatore di tornare in campo con il segnale di ‘no-go’.

La NFLPA ha esercitato il suo diritto domenica scorsa di iniziare una revisione congiunta con la NFL per verificare se i protocolli di commozione cerebrale fossero stati adeguatamente seguiti. La lega mercoledì ha detto che è in corso una revisione, ma ci sono “ogni indicazione” che i protocolli siano stati seguiti correttamente.

Alan Sills, il capo dell’ufficiale medico della NFL, ha detto durante un’intervista televisiva venerdì che Tagovailoa ha fatto un test di lunga durata chiamato Sports Concussion Assessment Tool (SCAT) domenica scorsa negli spogliatoi. Dopo essere tornato per quella partita, Sills ha detto alla rete NFL di proprietà della lega che veniva valutato ogni giorno per una commozione cerebrale che portava alla partita di giovedì.

“È qualcosa che stiamo rivedendo insieme”, ha detto Sills venerdì. “Quello che posso dirti è che in tempo reale, queste valutazioni, quando un giocatore viene valutato, vengono esaminate e intervistate sia dal medico della squadra che da questo neurologo indipendente. E quei due consigliano, ed entrambi devono concordare sul serio tempo in cui un giocatore è autorizzato a tornare in gioco.

READ  40 La migliore trappola topi del 2022 - Non acquistare una trappola topi finché non leggi QUESTO!

Davanzali ha lasciato aperta la possibilità venerdì che i protocolli di commozione cerebrale potrebbero essere modificati anche se è stato stabilito che non si sono verificate violazioni etiche nel caso, dicendo: “Se scopriamo che ci sono cose che dobbiamo cambiare, andremo sicuramente avanti. In questo modo”.

Dua Tagovailoa dei Dolphins lascia il campo in barella per un trauma cranico

ha affermato George Attala, vicedirettore esecutivo degli affari esterni della NFLPA In una dichiarazione Venerdì: “Il punto centrale della nostra discussione sulla questione delle commozioni cerebrali per più di un decennio è stato quello di cambiare la cultura del nostro gioco da una precedente attenzione accelerata sul campo a una che enfatizzi la cura del giocatore sopra ogni altra cosa. .

“Quando la prima serie di protocolli è stata implementata nel 2011, sono stati progettati con questo obiettivo in mente e, poiché li abbiamo aggiornati ogni anno, i protocolli di commozione cerebrale odierni sono più completi e più sicuri che mai per i giocatori.[.] Ma sono efficaci solo se i loro utenti e responsabili delle decisioni mettono la cura del paziente/atleta al di sopra delle caselle di prova e tornano al lavoro il più rapidamente possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.