Odessa: rabbia per i missili russi che colpiscono il porto, un giorno dopo aver concordato un accordo di esportazione di grano

Serhiy Prachuk, portavoce dell’amministrazione militare di Odessa, ha detto che due missili hanno colpito l’infrastruttura del porto e sono stati abbattuti da due missili. Ucraina Difesa aerea.

Almeno sei esplosioni sono state udite a Odessa, secondo il membro del parlamento ucraino Oleksiy Goncharenko.

Arriva il giorno dopo che i ministri di Ucraina e Russia hanno firmato un accordo – mediato dalle Nazioni Unite e dalla Turchia a Istanbul – per consentire l’esportazione di grano dai porti ucraini del Mar Nero con l’obiettivo di alleviare la crisi alimentare globale innescata dalla guerra.

“Questo è tutto ciò che devi sapere sugli accordi con la Russia”, ha aggiunto su Twitter il primo ministro estone Kaja Kallas. L’alto rappresentante dell’Unione europea per gli affari esteri, Josep Borrell, ha affermato che il blocco “condanna fermamente” l’attacco.

Sabato, Borrell ha scritto su Twitter: “Il raggiungimento di un obiettivo cruciale di esportazione di grano il giorno dopo la firma degli accordi di Istanbul è particolarmente riprovevole e mostra ancora una volta il completo disprezzo della Russia per il diritto e gli obblighi internazionali”.

Domenica, la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha affermato che l’attacco ha utilizzato missili Kalibr “ad alta precisione” e ha distrutto le “infrastrutture militari” dell’Ucraina.

Zakharova ha detto che una nave della marina ucraina è stata distrutta nel preciso attacco.

“La Russia ha accettato una sorta di accordo sull’esportazione di grano, ma poi l’ha immediatamente attaccata, dimostrando che vuole continuare a minacciare la sicurezza alimentare globale”, ha detto sabato il membro del parlamento ucraino Oleksiy Goncharenko in un’intervista alla CNN.

Ci saranno nuove campagne dove [Putin] Attaccheranno sicuramente Odessa e l’unica risposta al mondo è fornire armi all’Ucraina – e infine fornire all’Ucraina missili e caccia a lungo raggio. Questa è l’unica risposta a questa aggressione da parte di Putin e per ristabilire l’ordine internazionale”.

READ  Il primo ministro britannico Boris Johnson si dimette dopo una ribellione nel suo partito

Serhiy Prachuk, portavoce dell’amministrazione militare regionale di Odessa, ha affermato che gli attacchi hanno colpito una stazione di pompaggio nel porto.

“Oggi 4 missili sono caduti su Odessa. Grazie a Dio le nostre unità delle forze di difesa aerea hanno distrutto 2 missili in avvicinamento. Altri 2 missili sono andati al porto, alla struttura infrastrutturale”, ha detto Brachuk in un’intervista ai media ucraini. “Questa è una stazione di pompaggio situata nel territorio del porto di Odessa.”

Brachuk ha detto che non ci sono state vittime e il grano immagazzinato lì non è stato danneggiato. Ha anche detto che gli attacchi sono stati lanciati da una nave da guerra.

attacco “oltraggioso”.

L’accordo di venerdì prometteva di sbloccare i porti sul Mar Nero per consentire il passaggio sicuro di cereali e semi oleosi: alcuni dei… La principale esportazione dell’Ucraina.

Finora, la Russia ha bloccato l’accesso al mare a quei porti, il che significa che milioni di tonnellate di grano ucraino non sono state esportate nei molti paesi che ne dipendono.

“Oggi c’è un faro sul Mar Nero. Un faro di speranza – un faro di possibilità – un faro di sollievo – in un mondo che ne ha più che mai bisogno”, ha affermato venerdì il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres. La cerimonia della firma, alla quale hanno partecipato i ministri di Ucraina e Russia.

Ma l’attacco di sabato ha suscitato rabbia e preoccupazione per il futuro di quell’accordo.

Kiev e Mosca concordano un accordo per riprendere le esportazioni di grano dell'Ucraina dai porti del Mar Nero

“Questo è tutto ciò che devi sapere sugli ‘accordi’ con i russi. Esplosioni nel porto di #Odesa. Un giorno dopo la firma dell’accordo con la #Turchia e l’#ONU, il #grano dell’#Ucraina sotto il quale è stata impegnata la #Russia è stato riesportato e il membro del parlamento ucraino Solomiya Bobrovska ha twittato.

READ  La Russia si muove per annettere i territori occupati mentre l'Ucraina preme offensiva

Prachuk ha consigliato ai residenti di rimanere nei rifugi mentre l’allerta meteo è continuata.

Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha affermato che l’attacco missilistico russo “mette in dubbio” l’accordo sul grano raggiunto da Russia e Ucraina il giorno prima.

“Questo attacco mette seri dubbi sulla credibilità dell’impegno della Russia nei confronti dell’accordo di ieri e mina il lavoro delle Nazioni Unite, della Turchia e dell’Ucraina per portare cibo essenziale ai mercati mondiali. La Russia ha la responsabilità di aggravare la crisi alimentare globale e deve fermare la sua aggressione e “attuare pienamente l’accordo concordato”, ha scritto Blinken nella dichiarazione. “.

“Questo è stato un raggio di speranza”, ha detto sabato Samantha Power, amministratore dell’Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale in merito all’accordo sul grano.

“Ora, abbiamo ricevuto solo la notizia che le forze russe hanno bombardato l’infrastruttura del porto di Odessa, l’infrastruttura portuale necessaria per trasportare questo grano nel Mar Nero”, ha detto Bauer.

“Questo è orribile ed è l’ultima indicazione della fredda indifferenza di Vladimir Putin riguardo al costo della guerra in Ucraina: una guerra creata dall’uomo senza motivo; il costo in Ucraina per la vita umana; e gli effetti a cascata in tutto il mondo”.

Sabato il ministro della Difesa turco Hulusi Akar ha dichiarato che la Russia ha affermato di non avere “nulla a che fare” con gli scioperi.

“I russi ci hanno detto in certi termini che non avevano nulla a che fare con questo attacco. Stanno monitorando la situazione da vicino e in dettaglio”, ha detto Akar in una dichiarazione video.

“Eravamo davvero preoccupati che un evento del genere fosse accaduto dopo aver firmato l’accordo per le spedizioni di grano. Siamo anche sconvolti. Ma continuiamo ad adempiere alle nostre responsabilità su questo accordo e nei nostri incontri abbiamo espresso il nostro sostegno a entrambe le parti. Abbiamo anche espresso il nostro sostegno a entrambe le parti”, ha affermato Akar, che ha rappresentato la Turchia alla firma dell’accordo sul grano a Istanbul venerdì. “Per continuare la loro cooperazione qui con calma e pazienza”.

READ  Sunak e Truss UK fanno una faida sulle tasse nel dibattito sulla leadership

Akar ha anche affermato che la Turchia ha ricevuto informazioni sugli attacchi dall’Ucraina, “e poi abbiamo parlato al telefono con il ministro della Difesa ucraino Oleksiy Reznikov e il ministro delle Infrastrutture ucraino Oleksandr Kobrakov, con i quali eravamo già in contatto”.

Hanno affermato che uno degli attacchi missilistici ha colpito uno dei silos lì e l’altro è caduto in un’area vicino ai silos, ma l’importante qui è che non ci sono problemi con la capacità di carico e la capacità degli ormeggi, e che le attività lì possono continuare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.