Putin si sta preparando per le sanzioni a guida occidentale da quasi un decennio

  • La Russia si prepara a imporre sanzioni dal 2014, dopo aver annesso la Crimea.
  • Mosca è già stata colpita da una serie di sanzioni a guida occidentale dopo l’annessione.
  • Da allora, la Russia si è protetta attraverso una serie di misure.

Gli economisti si aspettavano esplosione interna Il sistema economico del presidente Vladimir Putin da quando l’Occidente ha colpito la Russia con sanzioni radicali per la sua invasione dell’Ucraina. Ma dopo tre mesi e mezzo di guerra, la Russia è stata resiliente: Putin ha annunciato il 7 giugno che l’inflazione è rallentata e la disoccupazione si è stabilizzata.

Aiuta il fatto che la Russia sia una potenza energetica che continua a dispiegarsi Abbondanti proventi di vendita Grazie agli alti prezzi del petrolio. Anche in assenza di guadagni energetici eccezionali, nel breve termine la Russia potrebbe essere isolata dalle sanzioni. Questo perché il paese ha vietato le sanzioni dal 2014, quando è stato anche colpito da una serie di restrizioni commerciali dopo Annessa illegalmente la Crimea dall’Ucraina.

Veronica Carrion, economista presso Associazione dei banchieri americani (ABA) nella pubblicazione del 13 giugno dell’ABA Banking Journal.

Alcuni esperti si sono interrogati affidabilità delle statistiche russe dall’inizio della guerra. “È chiaro che il governo russo ha un incentivo a cercare di nascondere l’impatto economico delle sanzioni occidentali”, ha affermato Andrew Lohsen, membro del programma Europa, Russia ed Eurasia presso il Center for Strategic and International Studies.

Anche se l’economia sta resistendo come sembra, il tempo in Russia potrebbe alla fine scadere quando il rally delle materie prime si blocca e con l’inasprimento delle sanzioni occidentali che si fanno strada attraverso il sistema. Ma per ora, il paese sta mostrando una resilienza inaspettata da una serie di misure, come l’aumento delle sue riserve e l’eliminazione dei capitali esteri.

READ  Il Covid era "spaventoso" e l'ha lasciata "esausta"

Ecco cosa sta facendo la Russia nei suoi tentativi di imporre sanzioni alla sua economia.

Mosca sta accumulando riserve e accumulando oro

Prima dell’invasione, la Russia deteneva la quinta riserva mondiale di valuta estera e oro per un valore di circa $ 630 miliardi, secondo Istituto della Banca di Finlandia per le economie emergenti. “Questo titolo potrebbe coprire il bilancio del governo e sostenere il rublo”, ha scritto Carrion.

La Russia ha perso l’accesso a circa la metà di tale importo a causa delle sanzioni, Il ministro delle finanze del paese Ha detto a marzo. Ma c’è ancora molto oro nascosto nel paese, che è anche il secondo produttore mondiale di metallo prezioso.

Russia oggetti da collezione in oro È triplicato dal 2014 ed è tutto conservato negli armadi di casa, secondo Banca centrale. Carrion ha scritto che gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni alle transazioni russe utilizzando l’oro, ma ciò non impedirebbe ai “paesi opportunisti” di fare affari con Mosca.

La Russia continua anche a mobilitare alcune riserve sotto forma di fondi di emergenza, grazie ai guadagni inaspettati dalle vendite di petrolio e gas. in aprile E il Giugno, Ha aggiunto $ 12,7 miliardi alle sue riserve di emergenza. Questi fondi saranno utilizzati per garantire uno sviluppo economico stabile in mezzo alle sanzioni, Reuters Riportato il 9 giugno, citando la dichiarazione del governo russo.

La Russia si sta svezzando dai capitali stranieri e pagando i debiti

Oltre a risparmiare, negli ultimi otto anni la Russia ha preso le distanze dai capitali stranieri ripagando in modo aggressivo i suoi debiti, Gian Maria Melici Ferretti ha scritto, È ricercatore senior in studi economici presso l’Hutchins Center for Fiscal and Monetary Policy il 3 marzo. Ha aggiunto che il paese è ora un creditore netto sui mercati internazionali.

READ  Terremoto nell'est dell'Afghanistan: fino a 280 morti

“Vladimir Putin è allergico al prestito di denaro”, ha affermato Andrew Weiss, esperto di Russia al Carnegie Endowment for International Peace. Il “pianeta monetario” di NPR a febbraio. “Non sta cercando di utilizzare il sistema bancario russo o di accedere al capitale occidentale per rendere grande la Russia”.

Il debito estero della Russia è molto basso. Il governo doveva circa 39 miliardi di dollari in obbligazioni in valuta estera entro la fine del 2021, JP Morgan stimato. in confronto, Grecia Nel 2012 è andato in default su 205,6 miliardi di euro (277,5 miliardi di dollari) di debito sovrano.

Per quanto riguarda il debito nazionale lordo della Russia, non supera il 17% del PIL, ben al di sotto delle cifre a tre cifre di molti paesi sviluppati e la maggior parte di essi è denominata in rubli. Ne ha scritto Anton Cook, capo economista di Expert RA Fondo Carnegie per la pace internazionale Sito web il 15 giugno. Il debito nazionale degli Stati Uniti è di circa il 130% del PIL pro capite nazione.

Il problema più grande che la Russia sta affrontando ora è ripagare il suo debito estero dovuto restrizioni Tabakh ha aggiunto che le sanzioni sono state causate da esso. Ha aggiunto che una volta risolto il problema, la Russia e le sue società saranno in grado di ripagare i propri debiti e le risorse proprie del Paese saranno “sufficienti a coprire le esigenze del bilancio, delle banche e delle aziende”.

La Russia si sta dirigendo verso l’autosufficienza economica

La Russia si sta rivolgendo verso l’interno poiché è diventata un paria internazionale – ma in quanto enorme produttore di materie prime, la sua economia non crollerà del tutto – sebbene la crescita sarà lenta e bassa, ha affermato Hassan Malik, capo analista sovrano presso la società di investimento con sede a Boston. Società di consulenza per la gestione delle vendite di Loomis.

READ  Francia: l'agenzia Ue per le frodi indaga sul candidato Le Pen

“La Russia è uno dei pochi paesi al mondo che può impegnarsi nell’autosufficienza”, ha detto Hassan a Insider. Si riferiva all’idea di autosufficienza economica. Il paese è un importante produttore di petrolio greggio, gas naturale, grano e minerali come nichel e palladio.

Affrontare Immigrazione aziendale globale Che hanno spostato i loro beni e servizi con loro, le entità russe hanno acquisito società e sostituito i loro prodotti con quelli nazionali.

Ad esempio, la città di Mosca e un gruppo sostenuto dallo stato russo hanno catturato la città Le operazioni della casa automobilistica francese Renault nel paese per un importo simbolico di 2 rubli (3,5 centesimi). Hanno in programma di rilanciare un marchio automobilistico dell’era sovietica con impianti di produzione, ha detto il sindaco della città, Sergei Sobyanin, a Post sul blog.

Ma la situazione economica della Russia rimarrà molto difficile. Lo stesso Putin ha affermato il 9 giugno che sostituire le importazioni con beni di produzione nazionale “non è stata una panacea”. Agenzia di stampa francese menzionato. Ha detto che la Russia cercherà nuovi partner commerciali e continuerà a sviluppare le proprie industrie per “tecnologie estremamente importanti”.

L’ampiezza e la portata delle attuali sanzioni superano di gran lunga quelle imposte nel 2014, quindi “imporranno costi molto elevati all’economia russa”. Libri Melici Ferretti Nella sua lettera del 3 marzo.

Economia russa Prevista una contrazione dell’8,5% nel 2022, con un’ulteriore diminuzione del 2,3% nel 2023 Fondo monetario internazionale previsto nel rapporto di aprile. Questa sarebbe la più grande recessione per l’economia dagli anni successivi alla caduta dell’Unione Sovietica nel 1991.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.