Regole del giudice per Trump blocca la revisione dei documenti riservati sequestrati

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

WASHINGTON, 15 settembre (Reuters) – Giovedì un giudice statunitense ha rifiutato di consentire al Dipartimento di Giustizia di riesaminare immediatamente i documenti segreti sequestrati dall’FBI alla tenuta di Donald Trump in Florida a favore dell’ex presidente.

Il giudice federale Eileen Cannon ha nominato il giudice distrettuale senior Raymond Deary come terza parte per esaminare i documenti sequestrati dall’FBI.

Il Dipartimento di Giustizia ha promesso di portare il caso a una corte d’appello se Canon si pronuncia contro la loro richiesta. Hanno anche cercato di impedire all’arbitro indipendente Deary di esaminare circa 100 documenti riservati, tra gli 11.000 documenti raccolti nella ricerca autorizzata dal tribunale dell’8 agosto.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

“Non è appropriato che la Corte accetti le decisioni del governo su queste questioni importanti e controverse senza una revisione tempestiva e ordinata da parte di una terza parte neutrale”, ha scritto Cannon giovedì.

Un portavoce del Dipartimento di Giustizia e gli avvocati di Trump non hanno immediatamente risposto alle richieste di commento.

La sentenza di Cannon complica ulteriormente le indagini della magistratura. Una speciale revisione magistrale può trattenere i documenti dai pubblici ministeri in quanto valutano la possibilità di accuse penali.

Cannon ha detto giovedì che avrebbe incaricato Deary di dare la priorità alla revisione dei primi record classificati. Gli ha anche ordinato di completare l’esame di tutti gli oggetti sequestrati entro il 30 novembre.

Il Dipartimento di Giustizia sta indagando su Trump per aver conservato i documenti del governo – alcuni contrassegnati come altamente classificati, inclusi alcuni “top secret” – nella sua tenuta di Mar-a-Lago a Palm Beach dopo aver lasciato l’incarico nel gennaio 2021.

READ  I futures Dow scendono di 350 punti, entra in una settimana in grande perdita per i timori che la Fed stia esagerando

Il dipartimento sta anche cercando di ostacolare le indagini mentre cerca di recuperare tutti i documenti riservati attraverso una citazione del gran giurì dopo aver trovato prove che i documenti potrebbero essere stati rimossi o nascosti dall’FBI quando ha inviato agenti a Mar-a-Lago a giugno . .

L’indagine sui documenti è una delle numerose indagini federali e statali che Trump deve affrontare mentre considera un’altra corsa alla presidenza nel 2024.

Il Dipartimento di Giustizia ha chiesto a un giudice l’8 settembre di revocare parzialmente la sua ingiunzione preliminare che impedisce ai suoi investigatori di esaminare tutti i documenti sequestrati il ​​mese scorso a Mar-a-Lago.

Hanno chiesto al giudice di escludere quei documenti classificati dall’ambito della revisione del master speciale e hanno promesso di ricorrere in appello all’11a Corte d’Appello del Circuito degli Stati Uniti con sede ad Atlanta in caso contrario.

Gli avvocati di Trump si sono opposti a entrambe le richieste, dicendo al giudice in un deposito di lunedì che contestano l’affermazione del governo secondo cui tutti i documenti sono classificati e che è necessario un maestro speciale per tenere sotto controllo i pubblici ministeri.

In un deposito lunedì, gli avvocati di Trump hanno contestato l’affermazione del dipartimento secondo cui i circa 100 documenti in questione erano effettivamente classificati e hanno ricordato a Cannon che un presidente in genere ha ampi poteri per declassificare i documenti. Si sono fermati prima di dire che Trump aveva classificato i documenti, cosa che ha detto sui social media ma non nei documenti del tribunale.

Circa due settimane dopo la perquisizione, gli avvocati di Trump hanno nominato un maestro speciale per esaminare i documenti sequestrati alla ricerca di materiale che potrebbe essere coperto da privilegio avvocato-cliente o privilegio esecutivo, una dottrina legale che protegge alcuni atti presidenziali dalla divulgazione.

READ  40 La migliore mascherina antismog del 2022 - Non acquistare una mascherina antismog finché non leggi QUESTO!

Nel pronunciarsi il 5 settembre a favore della richiesta di Trump, Cannon ha respinto le argomentazioni giudiziarie secondo cui i documenti appartenevano al governo e che Trump non poteva rivendicare il privilegio esecutivo perché non era più presidente. Cannon è stato nominato in panchina da Trump nel 2020.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Sarah N. Relazione di Lynch e Jacqueline Thompson; Montaggio di Chris Rees e Christopher Cushing

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.