Resti di bambini trovati in valigie acquistate all’asta in Nuova Zelanda

Sospensione

Un giovedì pomeriggio di questo mese, una famiglia è tornata a casa in Nuova Zelanda con un rimorchio carico di oggetti che avevano registrato per l’asta. Ma mentre scaricavano le cose in un sobborgo del sud di Auckland, hanno notato un cattivo odore.

La famiglia ha trovato resti umani all’interno di due borse acquistate online all’asta per beni abbandonati.

La scoperta dell’11 agosto ha presto sollecitato un’indagine. Una settimana dopo, l’ispettore investigativo Tufilau Famanuya Vailua della polizia neozelandese ha annunciato che i resti appartenevano a due bambini. Si ritiene che avessero tra i 5 ei 10 anni, secondo un esame post mortem.

Questi bambini potrebbero essere morti da diversi anni prima di essere trovati la scorsa settimana. Pensiamo anche che le borse siano in stock da diversi anni Conferenza stampa Giovedì.

Questa scoperta ha sconcertato le autorità E il pubblico. Ci sono ancora una miriade di domande: principalmente, chi sono i bambini e come sono finiti i loro corpi in un magazzino suburbano?

Failua ha detto che c’erano sospetti di un falso gioco.

“Siamo determinati a ritenere responsabile la persona o le persone responsabili della morte di questi bambini”, ha detto, aggiungendo che i membri della famiglia che hanno fatto la scoperta non erano sospetti.

Park dice che la terza serie di resti umani è stata recuperata quando il lago Mead si è ridotto

Valois ha detto che la polizia stava ancora lavorando per identificare i bambini e sperava di avvisare i loro parenti, che potrebbero non essere a conoscenza della loro morte. Ha detto che le borse sono state lasciate nel centro di stoccaggio per tre o quattro anni prima di essere acquistate dalla rassicurante famiglia.

READ  Wordle 359 13 giugno - Lottando con Wordle oggi? TRE INDIZI PER AIUTARE A RISPONDERE | giochi | intrattenimento

La famiglia ha ottenuto le valigie tramite a Guerre di stoccaggioTipo di asta. I partecipanti all’evento acquistano il contenuto di un armadietto senza sapere cosa c’è dentro. In questo caso, la famiglia ha ricevuto un gran numero di articoli da un’unità presso la struttura Safe Store di Papatoetoe.

Il Safe Store non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento del Washington Post. Tuttavia, ha detto il manager dell’azienda ai punti vendita nazionali le cose Quel lavoro collabora con la polizia.

Alla conferenza stampa di giovedì, Failua ha affermato di non poter confermare se la polizia avesse parlato con il precedente proprietario dell’unità di stoccaggio. Ha affermato che il dipartimento di polizia nazionale della Nuova Zelanda lavora con agenzie esterne e Interpol, una rete internazionale di forze di polizia in 195 paesi.

“Questa non è un’indagine facile”, ha aggiunto Valois. “E non importa per quanto tempo o per quanti anni indaghi su casi orribili come questo, non è mai un compito facile”.

I residenti dell’isola più settentrionale della Nuova Zelanda – conosciuta in inglese come l’Isola del Nord e in Maori come Te Ika – a – Maui – sono rimasti scioccati da questa triste scoperta. Lo hanno raccontato i vicini di Clendon Park, un’area di circa 9.000 residenti Araldo della Nuova Zelanda Hanno visto la famiglia che ha comprato le borse disfare i passeggini, i girelli ei giocattoli.

Presto, un “puzzolente fetore” iniziò a emanare dalla loro casa, ha detto un altro vicino a Stuff. L’uomo ha detto all’ufficiale di polizia che lavorava al crematorio e sapeva l’odore dei cadaveri.

“L’ho capito subito [what it was] E ho pensato: “Da dove viene questo?” ” Egli ha detto.

READ  Un terzo attacco missilistico entro 72 ore al complesso di Ghazi nel nord dell'Iraq | Notizie di petrolio e gas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.