RSV: Il “divario immunitario” pandemico potrebbe essere alla base dell’aumento dei casi respiratori, affermano gli scienziati



CNN

Le misure che ci hanno aiutato a proteggerci dal Covid-19 negli ultimi 2 anni e mezzo – blocchi, distanziamento fisico, indossare maschere, lavarsi le mani – hanno anche aiutato a controllare la diffusione di altri virus. Mentre le persone vanno a scuola e lavorano e si tolgono le maschere, i virus, incluso il virus respiratorio sinciziale e l’influenza, sono tornati a pieno regime.

Quel “divario immunitario” degli ultimi anni è probabilmente dietro di noi “senza precedenti” Alzarsi presto RSV Le infezioni di quest’anno, dicono gli scienziati, sono esplose Altri virus respiratori stagionali Fuori tutto intorno il mondo.

“Da quando abbiamo avuto un record di RSV e altre malattie respiratorie negli Stati Uniti, ci sono stati questi modelli di focolai regolari”, ha detto. Rachel Baker, è un epidemiologo e assistente professore alla Brown University.

“L’RSV compare ogni anno nel tardo autunno/inverno e spesso ha questi focolai nei bambini piccoli. Poi scompare di nuovo nei mesi primaverili/estivi e riappare l’inverno successivo”, ha detto Baker. “È molto di routine e prevedibile.”

Finché non lo è.

I casi di RSV sono iniziati negli Stati Uniti è mostrato in primavera ed è ora superiore del 60% rispetto alla settimana di punta del 2021, Un’analisi della CNN mostra che il numero è probabilmente inferiore.

Negli Stati Uniti, i casi di influenza sono in aumento E in aumento Un po’ prima del solito. UN Alcune scuole C’è stata una grande assenza e gli studi medici affermano che più persone sono malate Altri virus respiratori A volte non si adatta Forme regolari.

Modelli insoliti simili esistono nelle infezioni respiratorie come Adenovirus, parainfluenza e rinovirus Anche altri paesi.

Gli scienziati ritengono che le azioni senza precedenti della pandemia abbiano avuto conseguenze senza precedenti.

“La portata dei cambiamenti sociali provocati dalla pandemia di Covid è davvero senza precedenti nei tempi moderni”, ha affermato. Dott. Kevin MessagarProfessore Associato presso il Dipartimento di Pediatria del Children’s Hospital Colorado.

Come il Covid-19, l’RSV e l’influenza si diffondono attraverso goccioline rilasciate nell’aria quando le persone tossiscono o starnutiscono. Le gocce possono indugiare per ore su superfici toccate frequentemente come maniglie delle porte e interruttori della luce.

Quindi le persone che si sono lavate e disinfettate le mani, hanno indossato mascherine e si sono tenute a distanza dagli altri hanno fatto molto di più che prevenire la diffusione del coronavirus.

“Questi interventi, sebbene siano i migliori nel controllare la diffusione del Covid-19, hanno svolto un buon lavoro nel controllare la diffusione del RSV e di altre malattie respiratorie. febbre freddaha detto Baker.

Le stagioni 2020 e 2021 hanno visto un improvviso calo dei casi di RSV e dei ricoveri. Studi hanno dimostratocosì come Insolitamente modesto Stagioni di febbre.

“E ‘stato davvero sorprendente”, ha detto Baker.

Ma una volta che i vaccini e le cure per il Covid-19 sono diventati disponibili, più persone hanno iniziato a tornare a scuola, a lavorare e a socializzare senza mascherine. Hanno anche iniziato a condividere i germi. I comportamenti epidemici sono chiamati “divario immunitario” o “Prestito di immunitàQuesto rende più persone negli Stati Uniti suscettibili a malattie come l’RSV.

I bambini sviluppano un’immunità naturale se esposti ai virus. La maggior parte dei bambini contrae l’RSV prima dei 2 anni. Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie Lui dice. Alcuni sono disponibili per i neonati Protezione passiva Dalle madri che passano gli anticorpi attraverso il latte materno.

Ma per un anno o due, i bambini nati durante le epidemie o quelli che li circondano non hanno alcuna possibilità di contrarre l’RSV o altri virus. La loro immunità è ridotta o non sviluppata affatto. Quindi, quando quei bambini piccoli e i loro genitori iniziano a interagire con altre persone, è più probabile che si ammalino.

“La diminuzione dell’esposizione ai virus domestici ha creato un divario immunitario, un divario tra l’evasione delle infezioni e la mancanza di immunità specifica per il patogeno per proteggersi da future infezioni”, hanno scritto Messager e Baker in un commento pubblicato quest’estate sulla rivista Medicine. La lancetta.

A causa di questa lacuna, hanno avvertito gli ospedali di essere flessibili e di prepararsi a malattie respiratorie imprevedibili..

“Sappiamo che è inevitabile che queste malattie ritornino”, ha detto Messacar alla CNN.

Il commento ha avvertito di un afflusso di epidemie che coinvolgono bambini più grandi e neonati che non sono stati esposti ai virus.

“Ora lo stiamo vedendo diffondersi abbastanza bene”, ha detto Baker. “E non colpisce solo i bambini, di solito colpisce con quella prima coorte di nascita. Crea un’epidemia nei bambini più grandi.

“È così che funzionano le malattie infettive”, ha aggiunto. “Se hai più casi, creano più casi e ottieni questo picco”.

Baker e Messager non pensano che questo schema di inizio stagione con RSV sia permanente, ma potrebbe volerci del tempo per tornare al suo ciclo prevedibile.

“Siamo in un periodo un po’ strano in questo momento, ma penso che nei prossimi anni inizieremo a vedere quei focolai regolari, beh, a seconda di cosa sta succedendo con Covid”, ha detto Baker. Se il coronavirus diventa così grave da richiedere più blocchi, potrebbe eliminare nuovamente la stagionalità di altri virus.

Con virus come l’influenza, ci sono più variabili, ha detto Mesagar.

Non esiste un vaccino per prevenire l’RSV, ma esiste un vaccino per l’influenza, quindi il vaccino antinfluenzale è un buon abbinamento per il ceppo in circolazione e se un numero sufficiente di persone lo prende, il Paese potrebbe evitare un aumento dei casi di RSV come quello abbiamo ora.

Gli scienziati stanno lavorando a un vaccino contro l’RSV, ma potrebbe non arrivare in tempo per aiutare in questa stagione.

Nel frattempo, ci sono alcune cose che puoi fare per controllare la diffusione di RSV e possono essere molto familiari.

Lavati le mani. Mantieni pulite le superfici usate di frequente. Starnutisci o tossisci in un fazzoletto o nel gomito anziché nelle mani. Rafforza il tuo sistema immunitario dormendo di più e seguendo una dieta sana. Indossa una mascherina, soprattutto quando sei malato. E soprattutto, se sei malato, resta a casa.

“Tutti questi interventi non farmacologici funzionano chiaramente e più possiamo fare per ridurre uno qualsiasi di questi virus, meglio è”, ha affermato Baker.

READ  Il titolo S&P 500 è pronto per un'area di mercato ribassista in futuro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.