Sam Bankman-Fried, fondatore di FTX, accusato di frode

La SEC afferma che l’ex fondatore e CEO di FTX, Sam Bankman-Fried, ha scritto un codice software eseguito internamente per consentire al suo hedge fund di criptovalute, Alameda, di operare con saldi negativi nei conti dei clienti presso FTX.

Secondo quanto riferito, ciò è accaduto nell’agosto 2019, quattro mesi dopo l’inizio delle operazioni presso FTX.

Ha effettivamente fornito alla società commerciale sorella Alameda prestiti illimitati finanziati dai beni dei clienti, secondo una denuncia della Securities and Exchange Commission depositata presso il tribunale federale martedì.

Cioè, sostiene la denuncia, non vi era alcuna distinzione significativa tra i fondi dei clienti FTX e i fondi di Alameda, che Bankman-Fried usava come suo “salvadanaio personale”. Secondo la SEC, ha nascosto a investitori e clienti di aver utilizzato i fondi per acquistare residenze di lusso, sostenere campagne politiche e fare investimenti privati.

Tra marzo 2020 e settembre 2022, Bankman-Fried ha eseguito un totale di oltre $ 1,338 miliardi di prestiti da Alameda, inclusi due casi in cui Bankman-Fried era il mutuatario a titolo personale e il prestatore come CEO di Alameda, afferma la SEC. Nella sua denuncia civile.

Bankman-Fried ha utilizzato i fondi di Alameda per acquistare diversi milioni di dollari in proprietà immobiliari delle Bahamas per sé, i suoi genitori e altri dirigenti di FTX.

I co-fondatori di Alameda, Nishad Singh e Gary Wang, si sono assicurati un debito di $ 554 milioni e $ 224,7 milioni, rispettivamente, attraverso l’esecuzione di cambiali con Alameda con scadenza nel 2021 e nel 2022, afferma il deposito.

Singh e Wang non sono stati accusati di alcun crimine in questa fase.

I prestiti a Bankman-Fried e altri erano “scarsamente documentati e in alcuni casi non documentati”, afferma la causa.

READ  Mega Millions: un biglietto in Illinois vince il secondo jackpot Mega Millions del valore di $ 1,28 miliardi

Quando i prezzi delle criptovalute sono crollati nel maggio 2022, i rimborsi di Bankman-Fried dalla “linea di credito” FTX di Alameda a prestatori di terze parti hanno preoccupato gli investitori, afferma la denuncia.

L’amministratore delegato di FTX ha perseguito le società a suo vantaggio personale, prestandosi $ 136 milioni alla fine di luglio 2022, un mese dopo che la società di servizi finanziari crittografici BlockFi ha emesso un prestito rotativo di $ 250 milioni per alleviare i propri problemi di liquidità. . Nel frattempo, per tutta l’estate, ha fornito agli investitori un “resoconto falso e falsamente positivo” della società, nonostante le sue “carenti condizioni finanziarie”, sostiene la SEC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.