Storm Fiona – Live: L’uragano continua a devastare il Canada mentre il bilancio delle vittime sale a 16 a Porto Rico

Il vento soffia mentre l’uragano Fiona colpisce la Nuova Scozia

Fiona è approdata in Canada sabato mattina dopo aver ucciso 16 persone a Porto Rico.

La tempesta, che venerdì è stata declassata da uragano post-tropicale, si è inizialmente esplosa nella provincia atlantica della Nuova Scozia, con piogge torrenziali che hanno piovuto sull’area e forti venti che hanno abbattuto linee elettriche e alberi.

Mentre Fiona continuava il suo devastante percorso attraverso la costa orientale del Canada per tutto il giorno, una dozzina di case sono state spazzate via in mare al largo delle coste di Terranova e Labrador.

In un terribile calvario, una donna ha dovuto essere salvata dall’acqua quando la sua casa è crollata in mare nella regione di Channel-Port au Basque.

Le autorità hanno affermato di aver ricevuto una segnalazione secondo cui un’altra persona era stata dragata in mare ma non era ancora stata in grado di confermarlo.

Più della metà di Porto Rico è ancora senza elettricità, cinque giorni dopo che l’uragano Fiona ha devastato l’isola, uccidendo fino a otto persone.

Nel frattempo, la Florida si sta preparando per un uragano separato la prossima settimana. La tempesta tropicale Ian dovrebbe trasformarsi in un uragano di categoria 3 prima di colpire lo stato del sole mercoledì.

1664087448

Il primo ministro canadese ha affermato che il paese ha bisogno di “infrastrutture più resilienti” per resistere a eventi meteorologici estremi

Il Canadian Hurricane Center ha twittato che Fiona ha la pressione più bassa mai registrata per una tempesta che si abbatte in Canada.

READ  Gli Stati Uniti inaspriscono le sanzioni contro l'Iran e prendono di mira le compagnie cinesi ed emiratine per il petrolio

I meteorologi avevano avvertito che potrebbe essere una delle tempeste più potenti a colpire il Paese.

“Riceviamo tempeste più forti più frequentemente”, ha detto il primo ministro Justin Trudeau.

Ha affermato che sono necessarie infrastrutture più resilienti per resistere a eventi meteorologici estremi, affermando che quella che una volta era una tempesta di un anno su 100 potrebbe ora arrivare ogni pochi anni a causa del cambiamento climatico.

“Le cose stanno peggiorando”, ha detto Trudeau.

1664085648

L’esercito canadese per aiutare a ripulire le rovine di Fiona

Le truppe canadesi vengono inviate per aiutare a riprendersi dalla devastazione della tempesta Fiona, che ha spazzato via case, demolito tetti e causato interruzioni di corrente nelle province atlantiche del paese.

Il ministro della Difesa Anita Anand sabato (24 settembre) ha affermato che le truppe aiuteranno a ripulire gli alberi caduti e altri detriti, ripristinare i collegamenti di trasporto e fare tutto ciò che è necessario per la durata del loro soggiorno.

Non ha specificato il numero di truppe che saranno schierate.

1664083800

L’animazione cattura il momento in cui Fiona approda in Canada

L’animazione ha catturato il momento in cui il ciclone tropicale Fiona è atterrato in Canada.

La Nuova Scozia ha pubblicato il grafico meteorologico dell’ECCC su Twitter.

Animazione radar Doppler 12 ore # Fiona Perché è approdato durante la notte. Rapporti iniziali dall’aeroporto di Sydney a velocità fino a 140 km/h, con ulteriori rapporti superiori a 150 km/h”.

1664082048

Secondo i rapporti locali, l’uragano Fiona ha ucciso anche almeno due persone nella Repubblica Dominicana e una persona in Guadalupa.

1664080248

Secondo un aggiornamento del Dipartimento della Salute di Porto Rico, dei 16 decessi “correlati” all’uragano, uno è stato classificato come “diretto” e tre come “indiretto”.

I restanti 12 sono sotto inchiesta.

1664078448

Sale a 16 il bilancio delle vittime dell’uragano Fiona a Porto Rico

Secondo le autorità, l’uragano Fiona ha ucciso almeno 16 persone a Porto Rico.

L’isola si sta ancora riprendendo dalla tempesta che ha lasciato il segno lo scorso fine settimana e ha lasciato molti residenti senza elettricità o acqua corrente.

Il bilancio delle vittime potrebbe aumentare quando il personale di emergenza raggiungerà le aree più colpite.

1664076642

Il governatore della Florida Ron DeSantis dichiara lo stato di emergenza

Il governatore della Florida Ron DeSantis dichiara lo stato di emergenza in alcune parti del Sunshine State mentre si avvicina un’altra tempesta.

Il governatore ha rilasciato dichiarazioni di emergenza per 24 contee della Florida e ha esortato i residenti a prepararsi per il prossimo grande evento meteorologico.

La gravità e il decorso della depressione tropicale IX continueranno ad evolversi. A causa di ciò e del potenziale pericolo di mareggiate, forti piogge, forti venti, inondazioni improvvise e il potenziale di attività isolate di uragani, il governatore DeSantis ha emesso uno stato di emergenza per le seguenti 24 contee”, ha annunciato venerdì il suo ufficio.

“Questa tempesta ha il potenziale per trasformarsi in un grande uragano e incoraggiamo tutti i residenti della Florida a fare i loro preparativi”.

La Guardia Nazionale dello stato è stata attivata per essere in attesa e DeSantis ha anche invitato il governo federale a rilasciare una dichiarazione di emergenza prima di approdare all’avvicinarsi della tempesta.

La tempesta tropicale Ian si è sviluppata sui Caraibi centrali questa settimana e dovrebbe colpire la Florida come uragano di categoria 3 entro la metà della prossima settimana.

Questo avviene in un momento in cui l’uragano Fiona continua in Canada.

1664073025

La distruzione di Fiona nelle immagini:

Danni causati dalla tempesta post-tropicale Fiona sulle Isole Bruciate, a Terranova e nella provincia del Labrador in Canada:

Danni causati dalla tempesta post-tropicale Fiona sulle Isole Bruciate, a Terranova e nella provincia del Labrador in Canada

(Michael King/AFP tramite Getty Image)

Un’abitazione sommersa al largo delle isole bruciate:

(Michael King/AFP tramite Getty Image)

Alberi a foglie caduche si appoggiano su una casa a Sydney, in Nuova Scozia:

Gli alberi caduti si appoggiano su una casa a Sydney, in Nuova Scozia, mentre colpisce l’area dopo la tempesta tropicale Fiona

(AFP)

I residenti si trovano nelle acque alluvionali dopo il passaggio dell’uragano Fiona a Chediac, nel New Brunswick:

I residenti si trovano nelle acque alluvionali dopo che l’uragano Fiona, che è stato successivamente ridotto a un ciclone post-tropicale, è passato a Chidiac, New Brunswick,

(Reuters)

Le rovine di Fiona nelle Isole Bruciate a Terranova:

(Michael King/AFP tramite Getty Image)

1664069442

Fiona ha chiamato l’uragano canadese Sandy

Fiona è stata soprannominata l’uragano canadese Sandy, con esperti che avvertono che sarà una delle tempeste più potenti che il suo paese abbia mai vissuto.

Chris Fogarty, un meteorologo del Canadian Hurricane Center, ha dichiarato questa settimana alla CNN che Fiona “potrebbe essere la versione canadese di Sandy”, notando le dimensioni e l’intensità dell’ex uragano ora.

L’uragano Sandy ha devastato la costa orientale degli Stati Uniti nel 2012, colpendo 24 stati tra cui New York e New Jersey.

Più di 230 persone sono morte e si stima che siano stati causati danni per circa 78,7 miliardi di dollari.

1664065842

Metà di Porto Rico è senza elettricità da cinque giorni

La metà di Porto Rico è rimasta senza elettricità per più di cinque giorni dopo che l’uragano Fiona ha colpito l’isola.

Molti sul suolo americano sono arrabbiati e riluttanti e crescono le richieste di rovesciare la società di trasmissione e distribuzione di elettricità dell’isola.

I tagli al carburante stanno esacerbando la situazione, costringendo negozi di alimentari, distributori di benzina e altre attività a chiudere e condomini a rimanere all’oscuro a causa della mancanza di gasolio per i generatori.

Molti si chiedono perché ci sia voluto così tanto tempo per ripristinare l’energia perché Fiona era una tempesta di categoria 1 e non ha colpito l’intera isola, la cui pioggia, non il vento, ha causato i danni maggiori.

“Non è normale”, ha detto Marcel Castro-Cetrich, professore di ingegneria elettrica all’Università di Porto Rico a Mayaguez. “Non hanno dato una spiegazione convincente di quale sia il problema”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.