Testare la forza delle relazioni sino-russe “illimitate” al vertice | Cina

Significative battute d’arresto per le forze di Mosca in Ucraina Gli analisti sperimenteranno la “partenariato illimitato” tra Cina e Russia quando i loro leader si incontreranno questa settimana per la prima volta dall’invasione.

Xi Jinping e l’incontro Il presidente russo Vladimir PutinIl vertice, in programma giovedì in occasione del vertice dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai a Samarcanda, in Uzbekistan, potrebbe comportare una lotta per l’influenza in Asia centrale, dove le due potenze mondiali sono da tempo rinchiuse in una “tranquilla rivalità”.

Il vertice dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai, un incontro annuale dei leader dell’Eurasia sulla politica regionale, l’economia e la sicurezza, si svolge in un momento critico in cui la Cina sta crescendo e indebolendo. Russia Potrebbe spostare gli equilibri di potere in Asia centrale a favore di Pechino.

I due leader hanno fatto tappa anche in Kazakistan, dove Xi ha lanciato la sua auto per la prima volta L’iniziativa di investimento estero “Belt and Road” del marchio nel 2013. Sottolineando l’importanza della regione, la visita di Xi sarà il suo primo viaggio internazionale dall’inizio dell’epidemia e arriva appena un mese prima di un importante incontro del Partito Comunista che dovrebbe cementare il suo terzo mandato senza precedenti come leader.

Therese Fallon, direttrice del Center for the Studies of Russia, Europe and Asia, ha affermato che l’Asia centrale è “al centro delle strategie di Xi”. “Se pensiamo alla grande strategia della Cina… si stavano chiaramente spingendo verso ovest”.

Xi e Putin si sono incontrati l’ultima volta a margine delle Olimpiadi invernali di Pechino, dove hanno annunciato la loro partnership, poche settimane prima che la Russia invadesse l’Ucraina. Funzionari russi hanno affermato che i due leader avevano un “programma completo e dettagliato” per i colloqui e alcuni analisti hanno affermato che si aspettavano che Putin richiedesse più aiuto dalla Cina dopo che la Russia ha affrontato una delle sue peggiori battute d’arresto nella guerra.

READ  Il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan incontra Yang Jiechi

Pechino ha faticato a trovare l’equilibrio sostegno a Mosca Con il desiderio di evitare l’impatto indiretto sulla sua economia delle sanzioni imposte alla Russia dall’Occidente. Ha rifiutato di condannare l’invasione e invece ha incolpato l’Occidente per aver acceso le tensioni. Ha smesso di fornire supporto per le armi, ma ha riferito di aver fornito pezzi di ricambio per droni e la scorsa settimana ha partecipato a esercitazioni militari congiunte nel Mar del Giappone.

Venerdì, la Russia ha affermato che la terza cifra più alta di Pechino aveva offerto un sostegno senza precedenti per le sue azioni in Ucraina. Secondo Mosca, Li Zhanshu ha detto ai legislatori russi che la Cina “capisce e sostiene la Russia”, soprattutto “per quanto riguarda la situazione in Ucraina”. Le letture cinesi hanno semplicemente affermato che Pechino “continuerà a lavorare con la Russia per sostenersi fermamente a vicenda” su interessi fondamentali.

Forza di risposta globale all’invasione e Le recenti perdite della Russia Facendo a Xi domande difficili sul suo acume in politica estera in linea con Putin, la professoressa Elizabeth Wishnik, un’importante ricercatrice e Center for Naval Analytics, in congedo dalla Montclair State University, ha detto, ma probabilmente rimarrà di supporto.

“Con la Russia sotto pressione sul campo di battaglia, Xi potrebbe sentirsi in dovere di esprimere un maggiore sostegno retorico alla Russia, o almeno offrire qualche critica aggiuntiva alla NATO e agli Stati Uniti”, ha affermato Wichnik.

Gli analisti hanno suggerito che mentre il potere della Russia diminuisce, Pechino potrebbe guadagnare terreno su questioni chiave delle rotte commerciali e della difesa del regime dello Xinjiang.

Neva Yao, ricercatrice senior presso l’Accademia OSCE di Bishkek, Kirghizistan, ha affermato che la Cina ha l’obiettivo a lungo termine di spostare il commercio globale dal commercio marittimo al commercio terrestre, in particolare per le rotte commerciali dell’energia “che potrebbe allentare le sanzioni alla Cina se si tratta di acquisizione militare di Taiwan”. Ha detto che gli accordi commerciali e di trasporto, o ribattezzati investimenti “Belt and Road”, potrebbero essere annunciati al vertice.

READ  Emirates sospende tutti i voli per la Nigeria per controversia sul finanziamento

Yao ha affermato che la Russia ha obiettivi simili alla Cina, ma con un potere in diminuzione, Putin probabilmente si concentrerà sul garantire che la Russia non sia esclusa dai suoi interessi regionali dai piani della Cina.

La guerra russa contro l’Ucraina ha interrotto le rotte commerciali terrestri cinesi, complicato gli investimenti cinesi in Asia centrale e danneggiato la capacità della Russia di essere la presenza di sicurezza dominante nella regione, ha affermato Wishnik. Ha lasciato aperta la questione se la Cina sia pronta ad assumere un ruolo di sicurezza maggiore e se la Russia e la regione lo accetteranno.

Prima di incontrarsi, Xi e Putin avrebbero complottato dappertutto con il presidente del Kazakistan, Kassym-Jomart Tokayev, una figura chiave nella regione, in particolare per gli interessi della Cina.

“Quello che ci aspettiamo da questo viaggio è quello Xi Jinping “Sta davvero cercando di vedere com’è Tokayev come presidente e in termini di principi di base della Cina”, ha detto Yao.

Tokayev, un ex diplomatico cinese e di lingua russa, è salito al potere nel 2019 dopo quasi tre decenni di governo. dal suo predecessore. Gli analisti hanno affermato che, nonostante la tradizionale inclinazione del Kazakistan nei confronti della Russia, a gennaio Mosca ha chiesto aiuto sopprimere proteste di massa – Era anche interessata alla Cina e alle sue “tasche profonde”.

Un altro fattore chiave per la Cina è assicurarsi il sostegno regionale per la sua resistenza alla condanna globale delle sue violazioni dei diritti umani nello Xinjiang, che confina con il paese a maggioranza musulmana del Kazakistan. “Il Kazakistan è probabilmente il paese più importante a cui aderire”, ha detto Yao.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.