TSMC taglia le previsioni di spesa in conto capitale a causa di venti contrari ai chip

Il produttore di semiconduttori Tokyo-Taiwan ha tagliato le sue previsioni di spesa in conto capitale di circa il 10% quest’anno, nonostante abbia registrato un aumento degli utili trimestrali record, rispondendo a titoli tra cui il rallentamento della domanda globale di chip e l’aumento dei costi.

Giovedì, il più grande produttore di chip a contratto del mondo ha registrato un aumento dell’80% dell’utile netto nel trimestre luglio-settembre, principalmente a causa delle forti vendite di chip sofisticati utilizzati negli smartphone e in altri dispositivi.

Tuttavia, l’amministrazione ha salutato È probabile un calo nel settore generale dei semiconduttori nel 2023”.

DSMC

TSM 1,04%

Lo ha detto l’amministratore delegato CC Wei durante una chiamata sugli utili giovedì.

TSMC ha abbassato le sue previsioni di spesa in conto capitale a $ 36 miliardi nel 2022. L’obiettivo precedente era di almeno $ 40 miliardi Istituito tre mesi fa. I dirigenti di TSMC hanno attribuito i tagli ai costi a fattori tra cui la debole domanda globale di semiconduttori e l’aumento dei costi dovuto all’inflazione, adeguando i piani per espandere la capacità.

Segnali di rallentamento nel settore dei semiconduttori seguono un’impennata delle vendite durante la pandemia, che ha creato ulteriore domanda di personal computer, gadget e server di dati. Le vendite di PC sono diminuite negli ultimi mesi. Parte della capacità dell’azienda potrebbe non essere completamente utilizzata nel trimestre da ottobre a dicembre, rispetto agli stessi periodi dei tre anni precedenti, ha affermato il Sig. ha detto Wei.

Ma ha citato la domanda costante da settori come l’auto e l’informatica ad alte prestazioni, che elaborano dati e calcoli ad alta velocità, per supportare le prospettive dell’azienda per una crescita continua nei prossimi anni.

READ  Rafael Nadal e Novak Djokovic si incontrano nei quarti di finale dell'Open di Francia

Altre società di semiconduttori si trovano ad affrontare condizioni più difficili.

Elettronica Samsung co.

Il più grande produttore di chip al mondo per fatturato la scorsa settimana Utile operativo del terzo trimestre in calo Quasi un terzo in più rispetto a un anno fa.

Microdispositivi avanzati Inc.

La settimana scorsa Ha tagliato le sue previsioni sugli utili per il terzo trimestre, dopo aver pubblicato una modesta panoramica. AMD ha affermato che il mercato dei PC si è notevolmente indebolito negli ultimi mesi.

TSMC e i suoi rivali sono stati anche catturati nel mirino delle mosse di Washington per prendere di mira quasi ogni aspetto della crescente industria cinese dei semiconduttori, che gli Stati Uniti vedono come un’arena di crescente concorrenza strategica. Le azioni TSMC sono scese al livello più basso in quasi due anni questa settimana come investitori Ha pesato l’impatto dell’espansione delle restrizioni statunitensi Esportazione di chip e attrezzature high-tech necessari per produrli in Cina.

Venerdì scorso, gli Stati Uniti hanno presentato restrizioni all’esportazione più severe, con le domande di esenzione gestite caso per caso. TSMC, insieme

Intel corporativo

e Samsung e della Corea del Sud

SK Hynix Inc.,

Eccezioni protette per gestire le loro strutture con sede in Cina.

Sig. ha detto Wei. “Quindi, secondo la nostra valutazione iniziale, l’impatto su TSMC è minimo e gestibile”, ha affermato.

Alla domanda sulla strategia a lungo termine con la Cina, il sig. ha detto Wei.

Una carenza globale di chip influisce sulla velocità con cui possiamo guidare un’auto o acquistare un nuovo laptop. Il WSJ visita uno stabilimento di fabbricazione a Singapore per vedere il complesso processo di produzione dei chip e come un produttore sta cercando di far fronte alla carenza. Foto: Edwin Cheng per il Wall Street Journal

La maggior parte delle entrate di TSMC proveniva dai clienti in Nord America, che rappresentavano il 72% del totale del terzo trimestre, in calo dal 64% nel secondo trimestre, mentre le entrate in Cina sono scese all’8% dal 13% del trimestre precedente.

L’utile netto per il trimestre terminato il 30 settembre è salito a 280,87 miliardi di NT$, equivalenti a 8,83 miliardi di dollari USA, dai 156,26 miliardi di NT$ dell’anno precedente. Ciò ha battuto la stima di 267,31 miliardi di NT$ ricavata da un sondaggio tra analisti di S&P Global Market Intelligence.

I ricavi del terzo trimestre sono aumentati del 48% rispetto all’anno precedente a 613,14 miliardi di NT$. Il margine di profitto operativo della società è migliorato di 9,4 punti percentuali al 50,6% rispetto all’anno precedente.

I ricavi trimestrali della divisione smartphone sono aumentati del 25% rispetto al trimestre precedente e hanno rappresentato il 41% delle vendite del terzo trimestre di TSMC, mentre la divisione computer ad alte prestazioni ha rappresentato il 39%.

I ricavi dei clienti in Nord America hanno rappresentato il 72% del totale del terzo trimestre, rispetto al 64% del secondo trimestre, mentre i ricavi dalla Cina hanno rappresentato l’8%, rispetto al 13% del trimestre precedente.

Scrivere a Yang Jie a jie.yang@wsj.com e Kosaku Narioka a kosaku.narioka@wsj.com

Copyright ©2022 Dow Jones & Company, Inc. Tutti i diritti riservati. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.