Una valutazione intelligente afferma che la Russia sta costruendo droni d’attacco per la guerra in Ucraina con l’aiuto dell’Iran



Cnn

Iran e Russia hanno raggiunto un accordo per avviare la produzione Attacco di droni In Russia, secondo una nuova valutazione dell’intelligence di un paese che monitora da vicino il programma di armi dell’Iran.

Una fonte a conoscenza della valutazione ha affermato che l’Iran ha iniziato a trasferire schemi e componenti di droni alla Russia dopo che l’accordo iniziale è stato raggiunto all’inizio di questo mese.

Funzionari statunitensi hanno affermato che la Russia aveva ricevuto centinaia di droni da Teheran che aveva Effetto mortale in Ucraina.

All’inizio di questo mese, il governo iraniano confessato per la prima volta di aver inviato un numero limitato di droni in Russia nei mesi precedenti l’inizio dell’invasione dell’Ucraina.

Lo ha detto ai giornalisti a Teheran il ministro degli Esteri iraniano, Hossein Amir Abdollahian.

La fonte ha spiegato che l’obiettivo è che la Russia produca migliaia di nuovi droni d’attacco utilizzando componenti e progetti iraniani. Se i due paesi andranno avanti a pieno ritmo con il loro piano, ha detto la fonte, la produzione dovrebbe iniziare entro pochi mesi e la Russia probabilmente utilizzerà i droni sul campo di battaglia in Ucraina il prossimo anno.

Sarebbe una mossa che rafforzerebbe il partenariato tra Teheran e Mosca e rischia di far infuriare l’Ucraina ei suoi alleati occidentali, Stati Uniti compresi.

Washington Post prima segnalato l’accordo.

Lo sforzo arriva dopo che la CNN e altri media hanno riferito che l’Iran lo era Preparati a inviare altre armicompresi missili balistici superficie-superficie a corto raggio e altri droni d’attacco per la Russia entro la fine dell’anno.

La fonte a conoscenza della valutazione ha affermato che questi rapporti hanno suscitato preoccupazione in Iran, il che ha apparentemente spinto il regime a ripensare il suo approccio con il piano della Russia di fabbricare droni piuttosto che trasportarli direttamente dall’Iran.

La fonte ha spiegato che il processo di produzione dei droni d’attacco non è complicato rispetto alla produzione di altre armi.

Un portavoce della missione iraniana alle Nazioni Unite non ha negato esplicitamente il suggerimento che l’Iran aiuterebbe la Russia a fabbricare droni, ma ha affermato che l’Iran aderisce ai principi di “sovranità, indipendenza, unità e integrità territoriale”.

In una dichiarazione alla CNN, il portavoce ha affermato che Iran e Russia avevano “mantenuto una cooperazione bilaterale in materia di difesa, scienza e ricerca” per anni, prima della guerra della Russia in Ucraina.

Il portavoce ha osservato che parti della risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite che limitano determinati trasferimenti di armi da o verso l’Iran sono scadute nell’ottobre 2020, quindi “la Repubblica islamica dell’Iran ha dato la priorità all’aumento della cooperazione di difesa con altri paesi”, ha affermato il portavoce.

Diversi paesi, compresi gli Stati Uniti, hanno affermato che la fornitura iraniana di droni alla Russia è una violazione di tale risoluzione, e i ministri degli Esteri del G7 hanno affermato in una dichiarazione congiunta di “sostenere gli sforzi delle Nazioni Unite per ritenere la Russia e l’Iran responsabili di le loro flagranti violazioni della risoluzione 2231 del Consiglio di sicurezza.” “.

La CNN ha chiesto un commento all’ambasciata russa a Washington.

Quando è stato chiesto un commento sulla valutazione della Casa Bianca, il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca Adrian Watson ha dichiarato: “L’Iran e la Russia possono mentire al mondo, ma non possono nascondere i fatti: Teheran sta aiutando a uccidere i civili ucraini fornendo armi e assistere la Russia nelle sue operazioni. “È un altro segno di quanto siano isolati sia l’Iran che la Russia”.

“Gli Stati Uniti – con i loro alleati e partner – cercano con ogni mezzo di esporre, scoraggiare e affrontare la fornitura di queste munizioni da parte dell’Iran e il loro uso da parte della Russia contro il popolo ucraino. Continueremo a fornire all’Ucraina l’assistenza di sicurezza fondamentale di cui ha bisogno per difendersi, compresi i sistemi di difesa aerea”, ha affermato Watson nella dichiarazione.

I droni hanno svolto un ruolo importante nel conflitto da quando la Russia ha lanciato la sua invasione totale dell’Ucraina alla fine di febbraio, ma il loro uso è aumentato dall’estate, quando gli Stati Uniti e Kiev hanno affermato che Mosca aveva acquisito droni dall’Iran. Nelle ultime settimane, questi droni iraniani sono stati utilizzati per prendere di mira infrastrutture energetiche critiche in Ucraina.

I droni iraniani sono noti come “munizioni pigre” perché sono in grado di circolare per un po’ di tempo in un’area identificata come potenziale bersaglio e colpire solo una volta individuate le risorse nemiche.

È piccolo e portatile e può essere sparato facilmente, ma il suo vantaggio principale è che è difficile da rilevare e può essere sparato da una lunga distanza.

READ  La scomparsa di un lavoratore dopo che è stato indebitamente pagato più di 300 volte il suo stipendio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.