Wall St scivola mentre i dati sui servizi spaventano gli investitori per gli aumenti dei tassi della Fed

  • L’attività del settore dei servizi negli Stati Uniti riprenderà a novembre
  • Tesla taglia il piano di produzione per lo stabilimento di Shanghai per dicembre – fonti
  • Tutti i settori dell’S&P 500 sono crollati, con i titoli energetici i più colpiti
  • Indici in ribasso: Dow 1,4%, S&P 1,79%, Nasdaq 1,93%

5 dicembre (Reuters) – I mercati statunitensi hanno chiuso in ribasso lunedì, poiché gli investitori sono stati scossi dai dati migliori del previsto provenienti dal settore dei servizi e hanno rivalutato se la Federal Reserve potesse alzare i tassi di interesse più a lungo, mentre le azioni Tesla sono scese sui rapporti di produzione. Tagliato in Cina.

Produttore di veicoli elettrici (TSLA.O) La produzione di dicembre della Model Y nel suo stabilimento di Shanghai è diminuita del 6,4% in previsione di una riduzione di oltre il 20% rispetto al mese precedente.

Ciò ha pesato sul Nasdaq, dove Tesla è stato uno dei maggiori ribassi, trascinando l’indice ad alto contenuto tecnologico al suo secondo calo consecutivo.

Gli indici sono stati colpiti dopo che i dati hanno mostrato che l’attività del settore dei servizi negli Stati Uniti è aumentata inaspettatamente a novembre, con un rimbalzo dell’occupazione che ha fornito ulteriori prove dello slancio sottostante dell’economia.

I dati sono arrivati ​​sulla scia di un sondaggio della scorsa settimana che ha mostrato una crescita dei posti di lavoro e dei salari più forte del previsto a novembre, sfidando le speranze che la banca centrale rallenti il ​​ritmo e la gravità dei suoi aumenti dei tassi tra i recenti segnali di inflazione.

“Oggi è un po’ una risposta a venerdì, perché quel rapporto sull’occupazione mostra che l’economia non è così lenta, contrariamente al messaggio che (il presidente Jerome) Powell ha dato mercoledì pomeriggio”, ha detto Bernard Drury. Drury Capital rileva i commenti del presidente della Federal Reserve secondo cui è tempo di rallentare il ritmo degli imminenti aumenti dei tassi di interesse.

READ  Basam Tariq esce il film del 2023 - The Hollywood Reporter

“Siamo tornati in modalità lotta contro l’inflazione”, ha aggiunto Drury.

Gli investitori vedono una probabilità dell’89% che la Federal Reserve americana aumenti i tassi di interesse di 50 punti base al 4,25%-4,50% la prossima settimana, con tassi che dovrebbero raggiungere il 4,984% a maggio 2023.

Il Federal Open Market Committee si riunisce il 13-14 dicembre, l’ultima riunione di un anno volatile in cui la banca centrale ha cercato di arginare un aumento decennale dell’inflazione con aumenti record dei tassi di interesse.

Il “Mercato azionario” è visibile all’ingresso della Borsa di New York (NYSE) a Wall St. a New York City, USA, il 29 marzo 2021. REUTERS/Brendan McDermid/File Foto

L’aggressivo inasprimento delle politiche ha anche alimentato le preoccupazioni per una recessione economica, con JP Morgan, Citigroup e BlackRock tra coloro che ritengono che una recessione potrebbe colpire entro il 2023.

Media industriale del Dow Jones (.DJI) L’S&P 500 è sceso di 482,78 punti, o dell’1,4%, a 33.947,1. (.SPX) Ha perso 72,86 punti, o l’1,79%, per finire a 3.998,84, e il Nasdaq Composite (.IXIC) Ha chiuso in ribasso di 221,56 punti o dell’1,93% a 11.239,94.

In altri dati economici di questa settimana, gli investitori guarderanno le richieste settimanali di disoccupazione, i prezzi alla produzione e il sondaggio sul sentimento dei consumatori dell’Università del Michigan per ulteriori indizi sulla salute dell’economia statunitense.

Energia (.SPNY) Il più grande perdente del settore S&P è stato del 2,9%. I futures sul gas naturale degli Stati Uniti sono scesi di oltre il 10% lunedì, poiché le previsioni si sono attenuate a causa del clima mite e di un riavvio ritardato dell’impianto di esportazione di gas naturale liquefatto (GNL) di Freeport.

Società EQT (EQT.N)Uno dei maggiori produttori di gas naturale d’America è stato il calo più marcato dell’indice energetico, in calo del 7,2%.

READ  Il College Football Playoff si espanderà per includere 12 squadre dopo dicembre 2026

Finanza (.SPSY) Anche colpito duramente, in calo del 2,5%. Mentre i profitti delle banche sono generalmente sostenuti dall’aumento dei tassi di interesse, sono anche sensibili alle preoccupazioni per i prestiti inesigibili o il rallentamento della crescita del credito durante una recessione economica.

Nel frattempo, il produttore di abbigliamento VF Corp (VFC.N) È sceso dell’11,2% – il suo più grande calo di un giorno da marzo 2020 – dopo l’improvviso annuncio di pensionamento del CEO Steve Rendell. La società, che possiede nomi tra cui il marchio di abbigliamento outdoor The North Face e il produttore di sneaker Vans, ha tagliato le sue previsioni di vendite e profitti per l’intero anno, citando una domanda dei consumatori più debole del previsto.

Il volume sulle borse statunitensi è stato di 10,78 miliardi di azioni, rispetto alla media dell’intera sessione di 11,04 miliardi negli ultimi 20 giorni di negoziazione.

L’S&P 500 ha registrato sei nuovi massimi di 52 settimane e quattro nuovi minimi; Il Nasdaq Composite ha registrato 105 nuovi massimi e 133 nuovi minimi.

Reportage di Shubham Patra, Angika Biswas, Johan M Cherian e Devi Jain a Bangalore e David French a New York; Montaggio di Anil de Silva, Shaunak Dasgupta e Lisa Schumacher

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.