Wingegard batte Boggar per vincere la tappa, ma sigilla la gloria del Tour de France | Giro di Francia

La speranza di Thathej Bhogar di deporre Jonas Wingegard Giro di Francia Il leader è stato spento dopo l’ultima corsa in montagna sui Pirenei, in cui il danese ha aumentato il suo vantaggio assoluto, con solo tre tappe rimaste nella gara di quest’anno.

Un figlio Cole a Cranon, Bocagar ha perso il contatto con Wingegard a metà della salita finale dopo che lo sloveno si è allontanato dal suo compagno di squadra Jumbo-Wisma Vaud van Aert. Wingegard ha guidato Haudagam per rivendicare la sua seconda vittoria di tappa in cima alla collina, con Bocagar che ha tagliato il traguardo un minuto dopo.

L’ultimo giorno del tour in montagna ha portato più calore e sofferenza prima che tornasse indietro e iniziasse il viaggio verso nord verso Parigi. Bokar, uno dei più colpiti, ha terminato la tappa con i pantaloncini strappati dopo essere caduto durante la discesa della salita finale. Ancora una volta, il duo leader ha superato i loro coetanei.

Dopo che Chris Froome si è ritirato prima della partenza a causa di un test Covid positivo, si sono diretti verso l’ultima salita di giornata, la breve salita del Col de Spandels. Le accelerazioni di Boggar eguagliavano la tenacia di Wingegard, ma c’era più dramma in arrivo nella discesa. Bogakar, cercando di esercitare ancora più pressione e forzare il ritmo, ha visto la ruota posteriore del leader della corsa scivolare in curva, ma Wingegard in qualche modo si è ripreso e si è mantenuto in piedi.

“Ho lasciato cadere la catena e ho provato a pedalare”, ha detto Dane. “Certo, non hai attrito, quindi la mia ruota posteriore è scivolata, è stato un piccolo errore, ma sono riuscito a tornare a Tadej”.

Guida veloce

Tour de France: arrivo e classifica generale della tappa 18

mostrare

Risultato fase 18 (Lourdes-Hautacam)

1. Jonas Wingegaard (DEN, Jumbo-Wizma) 3h 59m 50s
2. Tadej Pogacar (Slo, UAE Team-Emirates) +1:04
3. Wood Van Aert (Bell, Jumbo-Wizma) +2:10
4. Geraint Thomas (GB, Ineos Grenadiers) +2:54
5. David Gaudu (Fr, Groupama-FDJ) +2:58
6. Alexey Lutsenko (Kaz, Astana) +3:09
7. Daniel Martinez (colonnello, Ineos Grenadiers) st
8. Seb Gus (Stati Uniti, Jumbo-Wizma) +3:27
9. Alexander Vlasov (Russia, Bora-Hansgrohe) +4:04
10. Thibaut Pinot (Fr, Groupama-FDJ) +4:09

Classificazione generale

  1. Jonas Wingegaard (Jumbo-Wisma) 71h 53m 34s
  2. Tadej Pogacar (UAE-Group Emirates) +3m 26s
  3. Geraint Thomas (Ineos) +8m 0s
  4. David Gaudu (Groupama-FDJ) +11m 5s
  5. Nairo Quintana (RK-Samsik) +13m 35s
  6. Louis Meintjes (Intermarché) +13m 43s
  7. Alexander Vlasov (Bora-Hahnsgrohe) +14m 10s
  8. Romain Bardet (DSM) +16m 11s
  9. Aleksey Lutsenko (Astana) +20m 9s
  10. Adam Yates (Ineos) +20m 17s

Grazie per il tuo commento.

Dopo un po’, è il turno di Boggar di sbagliare. Scoccò una curva a sinistra e si sdraiò nella ghiaia sul ciglio della strada. Una volta alzatosi in piedi, Wingegard ha rallentato e ha risalito a ruota libera la salita fino a quando il campione in carica ha ritrovato la calma. Mentre il doppio vincitore del Tour si ritirava, i due si strinsero la mano in riconoscimento dell’abilità sportiva del danese.

“Certo che lo stavo aspettando”, ha detto Wingegaard. “Tathej è andato un po’ troppo veloce in curva ed è uscito dal fosso e dalla ghiaia e poi ha provato a rimettersi in strada e la moto si è ribaltata”.

I leader affrontano Col de Spandels nel 18° round. Foto: Thomas Samson/AFP/Getty Images

Con Thibaut Pinot e il capitano degli Ineos Grenadiers di Geraint Thomas, Dani Martinez, Van Aert ha scalato la divisione finale fino a Haudagam.

Ma quando il trio è entrato negli ultimi sei chilometri, lo sprint Vingegaard-Pogacar si stava avvicinando e Van Aert ha dovuto dimenticare le sue ambizioni personali e riprendere i compiti di pilota di supporto.

“La situazione del Gol du Cranon e quella di oggi sono due ottimi esempi di quanto sia forte questa squadra”, ha detto Wingegaard. “Sono molto felice di avere una squadra forte intorno a me. Di avere Woud van Aert, il miglior pilota del mondo, come assistente, la maglia verde. Sono tutti incredibilmente forti, quindi devo ringraziarli molte volte.

Giù per la collina, Thomas stava attraversando di nuovo il mulino. Nonostante i tentativi di David Gaudu e Nairo Quintana di superarlo, la sua capacità di recupero e astuzia lo hanno visto terzo assoluto in una delle sue esibizioni in tour più efficienti.

“Oggi stavo attraversando alti e bassi”, ha detto il gallese. “Quando è iniziato mi sentivo bene e ho iniziato a guidare al mio ritmo.

Guida veloce

Come posso iscrivermi agli avvisi delle ultime notizie sportive?

mostrare

  • Scarica l’app Guardian dall’App Store iOS su iPhone o cerca “The Guardian” nel Google Play Store su telefoni Android.
  • Se hai già l’app Guardian, assicurati di avere l’ultima versione.
  • Nell’app Guardian, tocca il pulsante giallo in basso a destra, quindi vai su Impostazioni (icona a forma di ingranaggio), quindi Notifiche.
  • Attiva le notifiche di gioco.

Grazie per il tuo commento.

“Sull’ultima salita volevo stare con loro fino alla parte ripida, ma ho faticato lì e ho avuto una cattiva connessione. Sono andato un po’ in giro e una volta ho cambiato la mia bici. [after a puncture]. “Abbiamo domani con vento laterale tutto il giorno perché niente è semplice in questa gara”, ha detto a Cahors dopo la tappa di venerdì. “Ma cercherò di recuperare e di prepararmi per la cronometro”.

Wingegard ora conduce Boggar di quasi tre minuti e mezzo. C’è un capitolo finale nelle udienze private di sabato, prima della fase formale a Parigi domenica pomeriggio. Il danese non vuole ancora parlarne, ma salvo un disastro senza precedenti, la gara è vinta.

READ  Un giovane scout cerca di aiutare un camionista quando un treno Amtrak deraglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.