Zelinsky: la Russia ha trasformato la città di Bakhmut in una “rovina in fiamme” | Notizie della guerra tra Russia e Ucraina

Il presidente Volodymyr Zelensky ha affermato che gli attacchi russi hanno trasformato la città ucraina orientale di Bakhmut in “rovine bruciate”, mentre l’esercito ucraino ha riferito di attacchi con razzi, missili e droni in più parti del paese uccidendo civili e distruggendo infrastrutture critiche.

Zelensky ha detto sabato che la situazione è “ancora molto difficile” in diverse città in prima linea nelle regioni orientali di Donetsk e Luhansk in Ucraina.

“Bakhmut, Solidar, Marinka, Kremina. Non c’è più uno spazio vitale sulla terra di queste regioni che non sia stato danneggiato da granate e fuoco”, ha detto Zelensky nel suo video discorso notturno, riferendosi alle città che ancora una volta si sono trovate sotto la costante grandine di proiettili russi.

“Gli occupanti hanno già distrutto Bakhmut, un’altra città del Donbass che l’esercito russo ha trasformato in rovine bruciate”, ha detto.

Zelensky ha anche affermato che più di 1,5 milioni di persone erano senza elettricità nella città di Odessa, nel sud dell’Ucraina, dopo l’attacco notturno dei droni.

“Dopo l’attacco notturno dei droni iraniani, l’oscurità è calata a Odessa e in altre città e villaggi della regione”, ha detto Zelensky.

“Ad oggi, più di un milione e mezzo di persone nella regione di Odessa sono senza elettricità”.

I soldati ucraini portano armi a Bakhmut mentre l’offensiva russa continua nella regione di Donetsk, in Ucraina, il 7 dicembre 2022. [Yevhen Titov/Reuters]

Sabato, l’esercito ucraino ha anche riferito di raid in altre province: Kharkiv e Sumy nel nord-est, Dnipropetrovsk nell’Ucraina centrale, Zaporizhia nel sud-est e Kherson nel sud.

Lo stato maggiore dell’esercito ucraino ha affermato in precedenza che circa 20 attacchi aerei e più di 60 attacchi missilistici hanno colpito obiettivi in ​​tutta l’Ucraina tra venerdì e sabato.

Due civili sono stati uccisi e altri otto feriti durante dozzine di attacchi di mortaio, razzi e artiglieria il giorno prima, ha scritto su Telegram il vice capo dello staff di Zelensky, Kyrylo Tymoshenko. Ha sottolineato che le aree residenziali, un ospedale, negozi, magazzini e infrastrutture vitali sono state danneggiate nella regione di Kherson.

READ  Air India ha fallito, avrebbe dovuto agire più velocemente: il presidente di Tata Sons reagisce all'incidente di urina

A ovest, un attacco notturno di droni ha lasciato gran parte della provincia di Odessa, inclusa l’omonima città portuale del Mar Nero, senza elettricità quando diverse centrali elettriche sono state distrutte contemporaneamente, lasciando tutti i clienti tranne ospedali, case di maternità, caldaie e distributori di benzina. Pompaggio senza elettricità. La compagnia elettrica DTEK ha detto sabato.

Il dipartimento dell’energia dell’amministrazione regionale di Odessa ha dichiarato sabato scorso che potrebbero essere necessari fino a tre mesi per ripristinare completamente l’elettricità, esortando le famiglie le cui case non hanno elettricità a lasciare la regione, se possibile.

“Il combattimento più attivo” – Bakhmut

Il portavoce dello stato maggiore ucraino, Oleksandr Shtabun, ha affermato che i combattimenti più attivi si sono svolti nella regione di Bakhmut, dove più di 20 luoghi popolati sono stati esposti al fuoco russo.

La Russia ha colpito Bakhmut con missili per più della metà dell’anno, ma alcuni analisti hanno messo in dubbio la logica strategica della Russia nel cercare incessantemente il controllo di Bakhmut e delle aree circostanti, anch’esse pesantemente bombardate nelle ultime settimane, con funzionari ucraini che riferiscono che alcuni dei i residenti rimasti nella zona vivevano negli scantinati. .

“I costi associati a sei mesi di combattimenti brutali, estenuanti e basati sull’attrito intorno a Bakhmut superano di gran lunga qualsiasi vantaggio operativo che i russi potrebbero ottenere catturando Bakhmut”, ha twittato l’Institute for the Study of War, un think tank di Washington, DC. Giovedì.

L’istituto ha anche affermato che il presidente russo Vladimir Putin sta cercando di inquadrare le discussioni in stallo come un modo per “separare l’Ucraina dai suoi sostenitori occidentali dipingendo Kiev come riluttante a fare concessioni o addirittura ad avviare seri colloqui” per raggiungere la pace.

READ  Le dichiarazioni dei redditi di Trump pubblicate venerdì: aggiornamenti in tempo reale

Putin avverte che si sta preparando per una guerra prolungata in Ucraina, affermando anche che la Russia è aperta ai negoziati di pace.

Sabato, il ministero della Difesa russo ha dichiarato che le sue forze hanno anche intensificato la loro offensiva nel Donbass in direzione della città di Liman a Donetsk, che si trova a 65 chilometri (40 miglia) a nord di Bakhmut.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.